Ragazzi, buone nuove: si fa scuola al «Valli»

La sala cinematografica propone un programma in rete denominato Kinovizija/Cinevisione: vicina al pubblico più giovane con molte proposte

La gioia di uscire dalle aule, magari glissando dal controllo di matematica e di andare al cinema per trarre beneficio dalla sua piacevole dimensione didattico-formativa, non appartiene a queste generazioni di allievi, costretti all’osservanza delle misure coercitive di contenimento della crisi epidemico-sanitaria e periodicamente isolati in casa per ascoltare lezioni a distanza. Ma il Cinema Valli non intende abbandonare il proprio giovane pubblico e guarda al futuro (speriamo quanto più prossimo), senza farsi scoraggiare dal difficile momento che tutti stanno attraversando. L’inverno sarà lungo e critico, in tutti i sensi, e per questo la sala cinematografica polese ha attivato tutto un programma in rete denominato “Cinevisione” (Kinovizija) ricco di attività e di opportunità adatte a creare interazione tra gli appassionati di cinema e coloro che da professionisti stimolano la cultura cinematografica. Con la propria programmazione, il Cinema Valli si mette in rete e colloca in primo piano la proposta del progetto educativo “FUŠ- Il film a scuola”, che da anni aveva sempre generato una fitta collaborazione con le istituzioni scolastiche. Per non privarsi totalmente del piacere delle proiezioni, allievi, insegnanti e professori possono ricorrere alla dimensione virtuale data.

 

Un’aula per il film
Rammaricati del fatto di non poter ospitare le sezioni scolastiche alla sala Valli, gli organizzatori invitano le scolaresche ad entrare nell’Aula FUŠ per attingere spunti con cui arricchire il lavoro in classe. Proposte: scrittura di tema sulla prima esperienza di una proiezione al Cinema, presentazione del linguaggio e delle tecniche d’espressione del cinema, per la quale è stato messo a disposizione un manuale illustrativo a misura dei ragazzi delle scuole elementari. Vedi quindi la possibilità di scaricare indicazioni dettagliate sul come realizzare un cortometraggio animato e un manifesto per film. Invito a essere creativi, perché le migliori produzioni verranno pubblicate sul sito Internet del Valli. Per ulteriori informazioni in merito è disponibile il contatto mail [email protected]

Il Cinema Valli propone il progetto “Fuš – Il film a scuola”

Inquadratura su inquadratura (detto in inglese Frame-by-frame), nasce lo stop motion, una tecnica di animazione molto simile a quella usata per realizzare i cartoni animati con la differenza che invece di utilizzare solo disegni, si possono animare anche gli oggetti realmente presenti. Ebbene il Cinema Valli spiega in rete il segreto della creazione di fotogrammi e sequenze utilizzando lo smartphone e le apposite applicazioni invitando il pubblico a creare cartoni, marionette e collage animati. I lavori realizzati dagli aspiranti registi potranno essere inviati all’indirizzo [email protected] segnalando nome e cognome, scuola e sezione. Tempo di notifica fino al 28 febbraio. Dal Valli promettono che non appena possibile, le migliori produzioni verranno proiettate sul grande schermo.

Chi ha diretto…?
Oltre a dilettarsi da cineasti, i giovani, ma anche meno giovani, potranno includersi nel CineQuiz (KinoKviz), gara di conoscenza in materia di arte cinematografica, che si svolge in sala con un numero di partecipanti limitato a 20. Le tre migliori squadre riceveranno un pacchetto di biglietti gratuiti per le proiezioni. Iscrizioni aperte ai partecipanti (10 coppie) per la gara del sapere mediante grande schermo, programmata il 17 dicembre (ore 19.30). Incredibile, ma vero, il quiz in calendario dopodomani (giovedì) è già stato immediatamente prenotato. Ulteriori dettagli disponibili sulle pagine ufficiali del Cine Valli (Rubrica Kinovizija).

Oltre a tanto, il Cinema Valli propone in rete la voce dell’operatore cinematografico Robert Zuban,con consigli in merito alle migliori realizzazioni cinematografiche da guardare. Infine, un bel pensierino per i bambini più piccoli e per i loro genitori, che ogni sera alle 19.30 possono guardare “Il Cartone animato della buonanotte” e pescare tutti quelli proposti in occasioni precedenti.

Facebook Commenti