Premio «Porin» appuntamento a Fiume

Firmati i contratti di collaborazione nell’organizzazione della 27ª edizione della cerimonia di consegna dei riconoscimenti, che si terrà al Palasport di Zamet

La firma dei contratti tra le varie istituzioni rappresentate da Irena Peršić Živadinov, Marina Medarić, Vojko Obersnel, Davor Drezga, Petar Škarpa ed Emina Višnić. Foto: Ivor Hreljanović

Sono stati firmati ieri nel Salone della Città di Fiume i contratti di collaborazione nell’organizzazione della 27ª edizione della cerimonia di consegna dei premi Porin che quest’anno, come è stato il caso nel 2019, si terrà a Fiume, ossia al Palasport di Zamet, il 27 marzo prossimo. I contratti sono stati firmati tra la Città, l’Ente turistico di Fiume, la società “Rijeka 2020”, la Regione litoraneo-montana e l’Ente turistico del Quarnero con Unison – l’Unione musicale nazionale (HGU).
Il segretario generale dell’Unison, Davor Drezga, ha spiegato che questa edizione del premio Porin è da record, in quanto il numero di candidature ammonta addirittura a 2.400, disposte in 37 categorie. Drezga ha annunciato che la manifestazione proporrà un eccellente programma e già da oggi verranno messi in vendita i biglietti d’ingresso.
Evento di spicco
Il sindaco di Fiume, Vojko Obersnel, si è detto compiaciuto per il fatto che la manifestazione si tenga a Fiume per il secondo anno consecutivo. “Abbiamo pensato che la cerimonia, dopo essersi tenuta a Fiume l’anno scorso, alla vigilia di Fiume Capitale europea della Cultura, dovrebbe essere riproposta anche quest’anno nella nostra città, proprio nell’ambito del progetto Fiume CEC – ha dichiarato il sindaco –. Sono convinto che questo sarà un altro evento di spicco nella nostra città. Un ruolo importante in questo contesto lo ricopre la Radiotelevisione croata (HRT) con la quale abbiamo un’ottima collaborazione. Dopo aver seguito con grande professionalità la cerimonia di apertura di Fiume CEC e la grande sfilata di Carnevale, tra un mese l’HRT farà ritorno a Fiume per seguire il Porin”, ha osservato Obersnel, il quale ha espresso grande soddisfazione anche per il fatto che tra le nomination figurano numerosi musicisti del capoluogo quarnerino e della Regione.
A nome del direttore dell’HRT, Kazimir Bačić, ai presenti si è rivolta Jagica Cvrk, la quale ha dichiarato che, anche quest’anno, la Radiotelevisione croata ingaggerà nel lavoro i migliori professionisti e la migliore attrezzatura al fine di realizzare un programma gradito a tutti.
Occasione di promozione
La vicepresidente della Regione, Marina Medarić, si è detta felice del fatto che Fiume e la Regione hanno un’altra occasione di promuovere la loro cultura nell’ambito di questa manifestazione, mentre il direttore dell’Ente turistico, Petar Škarpa, ha rilevato che Porin è un evento molto importante nel contesto urbano di Fiume. La direttrice dell’Ente turistico del Quarnero, Irena Peršić Živadinov, ha osservato che manifestazioni di questo tipo contribuiscono al branding del territorio, per cui l’Ente ha accettato con piacere di co-finanziare l’evento. Pure la direttrice della società “Rijeka 2020”, Emina Višnić, si è detta compiaciuta per il fatto che anche quest’anno il Porin si terrà a Fiume.
Nikša Bratoš, presidente dell’Unione nazionale dei musicisti (HGU) e membro del Comitato organizzativo del Porin, ha dichiarato che la cultura fiorisce soprattutto nei centri in cui vige la libertà di spirito e sono numerosissimi i musicisti di Fiume che finora sono stati insigniti del premio Porin. Dražen Baljak, anch’egli membro del Comitato organizzativo del Porin, ha annunciato diversi eventi collaterali che si svolgeranno in concomitanza con la manifestazione.
Pervenute 400 candidature in più
Quest’anno al concorso per il premio Porin sono pervenute quasi 400 candidature in più rispetto all’anno scorso, soprattutto nella categoria della Canzone dell’anno, con ben 274 candidature. Nella categoria Album dell’anno sono pervenute 112 candidature, mentre il maggior numero di nomination sono andate a Urban & 4 e l’Orchestra filarmonica di Zagabria per l’album “Live at Lisinski” e il brano “Iskra”, Opća opasnost per il disco “Karta do prošlosti” e Nikola Vranić, più noto come J.R. August, per l’album “Dangerous Waters”. L’album “Live at Lisinski” e i singoli brani hanno ottenuto sette nomination.
Nella categoria per la Migliore interpretazione vocale femminile concorrono cinque cantanti, ovvero Amira Medunjanin, Antonela Doko di Fiume, Gabi Novak, Mia Dimšić e Nina Badrić, mentre in quella maschile Damir Kedžo e Marko Tolja di Fiume e J.R. August.
Nella categoria Migliore album di musica jazz hanno conquistato una nomination il pianista di Fiume Zvjezdan Ružić-Pianotron per l’album “Delightful F”, Joe Kaplowitz e l’Orchestra jazz dell’HRT per l’album “Organic Intelligence”, nonché la polese Tamara Obrovac e il Transadriatic Quartet per l’album “Transadriaticum”.

Facebook Commenti