Premiato il Museo storico e navale dell’Istria

Riconosciuto a livello nazionale il lavoro scientifico per la mostra sul tram elettrico polese

L’esposizione “I tram elettrici a Pola 1904-1934”

Gradito riconoscimento quello conferito dall’Associazione museale croata al Museo storico e navale dell’Istria, nell’ambito delle annuali premiazioni per i risultati e successi ottenuti a livello nazionale dai singoli musei. Quello polese ha ottenuto il premio per il 2019 in una tra le categorie più significative, ossia per il lavoro investigativo e scientifico, frutto del quale è stata l’esposizione denominata “Il tram elettrico polese 1904-1934”. Per lo specifico progetto sono state premiate le curatrici museali Gordana Milaković e Katarina Počedić, nonché il direttore Gracijano Kešac. La mostra è stata allestita nel giugno dell’anno scorso nella galleria sotterranea Zerostrasse a Pola, mentre ad impegnarsi della realizzazione dell’aspetto visivo è stato il gruppo creativo “Na konju smo (Siamo a cavallo)”, formato da Oleg Morović e Oleg Šuran.

Le varie stazioni nella galleria

Continuità e propositività
Il tema, da sempre interessante e intrigante, ha destato elevato interesse, sia da parte dei cittadini che dei turisti. La decisione dell’apposita giuria dell’Associazione museale, in qualità di maggior esperto nel settore a livello nazionale, conferma la continuità di quest’organo, che sa riconoscere la qualità e la specificità dei singoli progetti promossi dal Museo storico e navale dell’Istria, al quale sinora sono stati conferiti diversi importanti riconoscimenti e premi per la propria attività e per l’editoria. Comunque, questo non è l’unico progetto dei musei istriani che si è distinto ed è stato premiato. Due riconoscimenti sono stati conferiti a Đeni Gobić Grabar e a Darko Komšo, del Museo archeologico dell’Istria e ciò per la collaborazione intermuseale, nonché per la collaborazione tramite il progetto Come-in! nell’ambito dell’Interreg CE. Inoltre Komšo, direttore del Museo archeologico, ha ricevuto il riconoscimento per il lavoro di ricerca che ha portato alla pubblicazione “Paleolitičke pećinske slikarije iz Romualdove pećine” (Pitture paleolitiche nella Grotta di San Romualdo).

Facebook Commenti