Premi e fantasia: cortometraggi dal Quarnero

All’Art cinema è in corso la manifestazione dedicata ai film di breve durata girati nella Regione litoraneo-montana con il supporto della Commissione cinematografica

Non ti parlo, solamente dico

Avrà luogo domani all’Art cinema Croatia la proiezione di tre cortometraggi firmati da registi croati, nell’ambito del programma “I corti del Quarnero” (“Kvarner u kratkom”). L’iniziativa, organizzata dalla Commissione cinematografica del Quarnero è iniziata con una lezione online tramite la piattaforma Zoom intitolata “I fondamenti della produzione cinematografica indipendente”, condotta dalla produttrice cinematografica croata Rea Rajčić. La lezione era rivolta, oltre che ai numerosi studenti dell’Università di Fiume, anche al pubblico interessato.

 

La seconda tappa del progetto è in programma domani all’Art cinema Croatia e comprenderà la proiezione, alle ore 19, di tre cortometraggi di registi croati, le riprese dei quali si sono svolte nella Regione litoraneo-montana. Al termine della proiezione, gli autori dei film incontreranno il pubblico per parlare delle produzioni dei corti, con un’attenzione particolare rivolta alla scelta delle location e all’esperienza lavorativa nella Regione. L’appuntamento, previsto per le ore 20, verrà trasmesso in diretta tramite la pagina Facebook dell’Art cinema.

Il dispetto tedesco

Omaggio alla casualità
La proiezione dei cortometraggi avrà inizio con “Microcassetta – la più piccola cassetta che io abbia mai visto” (“Mikrokazeta – najmanja kazeta koju sam ikad vidio”), una coproduzione croata e serba diretta dal regista fiumano Igor Bezinović e dall’artista visiva zagabrese Ivana Pipal. Il film, presentato nell’ambito di diversi festival tra cui la Viennale e lo StopTrik International Film Festival, dove ha ottenuto il Grande premio del pubblico e il Premio della giuria studentesca, è incentrato sulla storia del personaggio principale Zoki che scova una microcassetta nella montagna di rifiuti di una discarica sull’isola di Lussino. La scoperta dell’oggetto scartato funge da pretesto per rendere omaggio al potere della fantasia e della casualità.

Un film nel film
A seguire, “Non ti parlo, solamente dico” (“Ništa ja tebi ne govorim, samo kažem”) dell’attrice e regista fiumana Sanja Milardović. Nominato quale miglior cortometraggio al Dardan Film Festival di Tirana in Albania e lodato al Zagreb Film Festival, nonché al Festival International Signes de Nuit di Parigi, il film segue la protagonista Zrinka (interpretata da Iva Šimić Šakoronja) durante lo scouting delle location per un film per le cui riprese è stata ingaggiata. Nel corto appare anche una delle più grandi attrici teatrali croate, la fiumana Olivera Baljak, nel ruolo della madre di Zrinka.
“Il dispetto tedesco” (“Njemački inat”), ultimo film della serata, è stato diretto dalla regista di Osijek, Silva Ćapin. Oltre a vincere il premio European Short Pitch, è stato uno dei finalisti del ShortFest di Palm Springs in California nella categoria di miglior cortometraggio comico. La trama del film, girato a Bersezio, è contenuta nell’arco di una giornata estiva che, per i turisti croati e stranieri, non risulta intralciata nemmeno dalla scoperta di una persona morta in spiaggia.

Supporto alla produzione audivisiva
La Commissione cinematografica del Quarnero è stata costituita nel 2016 nell’ambito dell’Art cinema con il supporto della Città di Fiume, della Regione litoraneo-montana e del Centro audiovisivo croato. Tra gli obiettivi della Commissione sono il supporto in termini di amministrazione, logistica, formazione e consultazione professionale alla produzione audiovisiva nazionale e internazionale, nonché l’impegno di rendere la città di Fiume e la Regione litoraneo-montana delle destinazioni cinematografiche apprezzate a livello internazionale. Il programma “I corti del Quarnero” mira al riconoscimento della produzione della Commissione da parte del pubblico, oltre che all’apertura di uno spazio formativo per i giovani.

Facebook Commenti