PorečDOX. Un Festival internazionale ed educativo

È stata inaugurata a Parenzo la 12.esima edizione della rassegna del film documentario che dedica quest'anno il premio Chairming a Drago Orlić

0
PorečDOX. Un Festival internazionale ed educativo
Vladimir Torbica, Loris Peršurić, Snježana Radetić, Davor Sanvincenti e Klara Carević. Foto: DENIS VISINTIN

È iniziata la 12.esima edizione del PorečDOX, la rassegna internazionale del film documentario. Oltre alle proiezioni, sono in programma laboratori e concerti. Dalla sua prima edizione, fortemente voluta da Aleksandar Poropat, il Festival è diventato un appuntamento importante e riconoscibile, ospitando documentari nazionali e internazionali, promuovendo la produzione regionale. Il programma delle proiezioni di quest’anno, con gli altri appuntamenti, è visibile sul sito dell’Università popolare aperta di Parenzo www.poup.hr.

Tra le novità di quest’anno, l’introduzione di due premi. Il premio Chairming Porečdox, verrà conferito al documentario che avrà ottenuto i migliori voti del pubblico. Questo premio è stato ispirato da Drago Orlić ed è a lui dedicato. Orlić agli inizi degli anni Novanta del secolo scorso guidava la rassegna Charming 10, proiettando a Parenzo le 10 pellicole più accattivanti dell’epoca. Si vuole così onorare ancora una volta la figura del noto giornalista e pubblicista.

La civiltà contemporanea
Intervenendo alla cerimonia inaugurale, la direttrice dell’Università popolare aperta parentina, Snježana Radetić, ha ricordato il carattere internazionale ed educativo della rassegna. Davor Sanvincenti ha sottolineato la tendenza a scegliere dei filmati adatti al pubblico, tematizzando i modi di vivere delle varie popolazioni, un viaggio attraverso le civiltà del nostro tempo. L’assessore regionale alla cultura e alla territorialità Vladimir Torbica ha portato i saluti del presidente della Regione istriana, Boris Miletić, accentuando la qualità della rassegna, inaugurata ufficialmente dal sindaco di Parenzo, Loris Peršurić, per il quale essa ci porta a conoscere altri mondi in prospettiva diversa.
Dopo la proiezione di “Cronaca di un’estate” (Kronika jednog ljeta) di Jean Rouch ed Edgar Morin, dedicato alla vita in Francia, la serata è terminata con la musica della DJ Stephanie Prekali.
PorečDOX è organizzato dall’Università popolare aperta di Parenzo, con il sostegno della municipalità parentina, dell’Assessorato regionale alla cultura e alla territorialità, della Valamar Riviera, della PBZ, dell’Ente turistico cittadino e di altri sponsor locali.
Hanno collaborato all’organizzazione l’Accademia d’arte scenica (Akademija dramske umjetnosti) di Zagabria, l’Animafest, l’Istituto francese in Croazia, il cinema Tuškanac e l’Associazione cinematografica croata. Le pellicole sono state selezionate dai parentini Davor Sanvincenti e Karla Carević, subentrati a partire da quest’anno a Đelo Hadžiselimović.
I biglietti, oltre che alla cassa, si possono acquistare tramite l’applicazione https://rezervacije-poup.hr/. In agenda, fino al 12 novembre, 8 documentari di Croazia, Francia, Germania, Italia, India e Myanmar, due matinée per le scuole e concerti vari.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display