Pola. Fiera del libro: pronti per la partenza

Venerdì prossimo a mezzogiorno in punto l'inaugurazione della 26.esima edizione della più grande Rassegna letteraria in Istria

I libri sono stati collocati nella hall dell’ex fabbrica tessile “Arena trikotaža”

Riapre le porte a Pola, dopo il rinvio nell’inverno scorso dovuto all’epidemia da Covid-19, la Fiera del libro e degli autori in Istria. La tradizionale manifestazione, denominata “Sa(n)jam knjige u Istri”, giunta alla 26.esima edizione, si terrà da venerdì 4 giugno (con l’apertura alle ore 12) fino al 13 giugno. Considerate le circostanze dovute appunto alla pandemia, quest’edizione, da sempre molto sentita dai polesi e non solo, è particolare a tutti gli effetti: per la prima volta si svolgerà all’inizio della bella stagione e in un vano nuovo, quello dell’ex fabbrica tessile “Arena trikotaža”. Per la precisione nel vecchio spazio per la produzione (al civico 1 di vicolo San Teodoro, nelle immediate vicinanze della Riva), dove saranno esposti i libri per gli acquirenti e nell’adiacente “Shipyard pub”, nel quale interverranno i numerosi ospiti e autori e dove si svolgeranno delle performance musicali, teatrali e quant’altro. La nuova Fiera del libro è stata presentata ieri ai media nella succitata località da Magdalena Vodopija, fondatrice e direttrice della manifestazione.

 

La stilista Marija Vareško all’apertura

“Solitamente non lo sono –, così la Vodopija –, però in questa circostanza dopo un anno e mezzo di dubbi e incertezze in merito all’organizzazione di quest’evento, posso dire di essere emozionata. È una sensazione unica poter nuovamente ospitare il pubblico e rinomati autori. La nostra priorità era quella di svolgere il Festival dal vivo, in quanto solamente con un contatto diretto con il libro e appunto con gli autori, si crea la magica atmosfera per cui Pola è conosciuta. Quest’edizione è dedicata alla poesia – ha proseguito –, con lo slogan ‘Di smo?’ (Dove siamo?). La nuova sede della manifestazione non è certamente casuale in quanto è dedicata alle operaie dell’ex fabbrica tessile polese. Fa un immenso piacere quindi che all’apertura prenderà parte la stilista Marija Vareško, che per i propri lavori ha ottenuto oltre una trentina di riconoscimenti”.

Magdalena Vodopija ha annunciato il programma d’apertura della manifestazione

Spettacolo poetico-musicale

L’apertura della Fiera del libro sarà condotta dalla nota attrice polese Dijana Vidušin e alla stessa interverranno il più grande poeta contemporaneo croato Petar Gudelj, nonché la poetessa Evelina Rudan, l’etnomusicologo Dario Marušić e il musicista Mauro Giorgi, i quali daranno vita a uno spettacolo poetico-musicale intitolato “Smiljko, mi iz Trikotaže ti mahnemo”, sempre dedicato alle operaie che lavoravano nella hall che ora ospita la libreria della Fiera. La stessa ha uno spazio di 450 metri quadrati nei quali saranno esposti circa 30mila titoli (di ogni genere, dalla letteratura per l’infanzia sino ai fumetti) di oltre 250 editori. Nell’insieme alla manifestazione saranno presentati oltre 50 programmi.

Numerose le novità

”Accanto agli altri che si svolgeranno nel vano all’aperto, che può ospitare 90 persone – ha reso noto la produttrice Emina Popović Sterpin –, quello intitolato ‘Colazione con l’autore’ si terrà all’interno dello ‘Shipyard’, con un massimo di 50 presenze. Gli interessati possono prenotarsi mediante l’indirizzo di posta elettronica [email protected]”. Da rilevare che quest’edizione, alla quale, a detta della Vodopija, seguirà quella autunnale sul tema dell’amore, porta delle novità, quali i programmi denominati “Poezija liječi” (Il potere curativo della poesia), dove si presenteranno i migliori poeti e poetesse nazionali, nonché “Nova lica Pule” (I volti nuovi di Pola) ai quali interverranno scrittori e scrittrici.

I libri sono stati collocati nella hall dell’ex fabbrica tessile “Arena trikotaža”

Facebook Commenti