«Opatija on Blues»: le note che riscaldano l’inverno

La quinta edizione del Festival si terrà il prossimo 30 gennaio nel Centro Gervais e vedrà tra i protagonisti Riccardo Staraj & Midnight blues band

Riccardo Staraj & Midnight blues band

La musica blues ritorna in grande stile nella Perla del Quarnero con il Festival, ormai tradizionale, “Opatija on Blues 5”. Il concerto si terrà il 30 gennaio, con inizio alle ore 20, nel Centro Gervais di Abbazia.

 

Dopo tutta una serie di festival blues di grande successo negli ultimi anni sul territorio del litorale quarnerino e di Castua, il tentativo di dare vita alla scena blues anche nei mesi invernali si è rivelato un successo inaspettato. Gli organizzatori dell’evento musicale, Riccardo Staraj e Damir Halilić – Hal hanno colto in pieno i desideri e le aspettative del pubblico, per niente assopito durante l’inverno.

Staraj è stato uno dei fondatori dell’”Opatija on Blues”, che quest’anno vede la sua quinta edizione, e vanta, dunque, un’esperienza preziosa in questo campo. A salire sul palcoscenico del Centro Gervais saranno Riccardo Staraj & Midnight blues band feat. Mauro Staraj, nonché Lela e Joe Kaplowitz Blues band. L’esibizione della Midnight blues band sarà accompagnata dalla proiezione di un video dell’artista Cyborgix 4E75. Come sempre in queste occasioni, il numero di visitatori è ridotto e per questo motivo tutti gli interessati sono invitati ad acquistare quanto prima il biglietto.

Sabato, 30 gennaio, ad aprire la serata alle ore 20 saranno, appunto, Riccardo Staraj & Midnight blues band feat. Mauro Staraj/Lela & Joe Kaplowitz Blues Band. Questi due grandi complessi blues collaborano da 25 anni e in quest’occasione presenteranno alcuni dei classici della musica blues, soul, jazz, funk e rock. Il prezzo del biglietto è di 50 kune. I biglietti sono in vendita presso gli uffici del Festival Opatija negli spazi della Scena estiva, ogni giorno dalle ore 8 alle 16, a Fiume nel Dallas Music shop o nello studio fotografico Foto Revija, oppure online all’indirizzo www.mojekarte.hr.

Facebook Commenti