Momiano. Installazione artistica di Ida Blažičko

La scultura tessile armoniosa e leggera, di dimensioni monumentali, si fonde con l’ambiente naturale

L’installazione “Castello in fiore” di Ida Blažičko

Nei pressi del castello di Momiano è stata inaugurata l’installazione “Castello in fiore” della scultrice accademica Ida Blažičko. L’evento è stato organizzato dall’Università popolare aperta di Buie e dall’assessorato alla Cultura della Regione istriana. Alla serata, inaugurata dall’artista e da Tanja Šuflaj dell’UPA, hanno partecipato pure l’assessore alla Cultura della Regione istriana, Vladimir Torbica, Giuseppina Rajko, viceconsole onorario di Buie del Consolato Generale d’Italia a Fiume, il sindaco di Buie, Fabrizio Vižintin, Rosanna Bubola, direttrice dell’UPA buiese e Lorella Limoncin Toth, sovrintendente dei beni culturali per la Regione istriana.

 

“Possiamo dire che il principale nervo trainante dell’artista è l’interesse per lo spazio che, oltre a dirigere l’attenzione verso l’osservatore, esalta il rapporto tra l’opera e ciò che la circonda. La scultura si fonde organicamente con il paesaggio, trasformando lo spazio e creando un ambiente più intimo. La scultura tessile delicata e semitrasparente si dilata attraverso la rigogliosa vegetazione del paesaggio di Momiano, mutando continuamente forma, invitando i visitatori a immergersi nello spazio ridelineato del castello, legame ideale con il mondo esterno. Non stanca né confonde il visitatore, ma gli offre diverse possibilità di movimento, di scoperta e di esperienza graduali, suscitando curiosità. L’autore invita così il visitatore a esplorare da solo lo spazio, aprendo la possibilità di comunicazione con l’osservatore, che influenza direttamente la delicata fusione degli effetti luminosi con il suo movimento. La scultura della Blažičko è vista pure come un punto di partenza per nuove ricerche, e implica lo sviluppo di metodi innovativi, la comprensione di forme, materiali e strutture, non soltanto come elementi separati, ma come articolate interrelazioni. L’interesse dell’artista nel plasmare lo spazio e creare zone contemplative è uno dei principali motori del suo lavoro. Per vivere le sue opere, per poterle aprire gli occhi, per lasciarsi trasportare dall’energia che creano, dobbiamo smettere di pensare. Forse è per questo che il suo lavoro possiede proprietà quasi terapeutiche”, ha rilevato Tanja Šuflaj all’inaugurazione.

Ida Blažičko è conosciuta a livello internazionale per la sua serie di sculture singolari immerse nello spazio e ispirate a importanti temi di ricerca. Attualmente espone la scultura “Whiteness” nel giardino di Vovk presso il castello di Khislstein del XIII secolo a Kranj, in occasione della Biennale di arte tessile BIEN 2021. È assistente professore presso l’Accademia della capitale e vicepresidente della Società croata degli artisti d’arte figurativa (HDLU) a Zagabria. L’installazione artistica “Castello in fiore” ha restituito così simbolicamente il fulgore del Castello Rota al suo pieno splendore come risultato della ristrutturazione ancora in corso. La scultura tessile, armoniosa e leggera di dimensioni monumentali, delicatamente dilatata nello spazio, si è fusa con l’ambiente naturale in un contrasto tra l’imponente roccia su cui si trova il Castello di Momiano e le delicate sculture traslucide.

Una costante “danza al vento” ha contribuito metaforicamente al ricordo della secolare presenza e vivacità della località. L’ambiente fiabesco ospiterà il prossimo 19 agosto, alle ore 20, “Still Life”, progetto musicale pluripremiato, originale di João e Margherita (Barcellona), nel quale vengono usati per la musica pedali, cavi, effetti, loop accompagnata da testi legati alla natura e alle emozioni primordiali, con l’obiettivo di condividere un messaggio di speranza, letteralmente racchiuso nell’espressione “Still Life”, c’è ancora vita.

Facebook Commenti