Memorie racchiuse nella capsula del tempo

ll contenitore è stato sotterrato nel Campus universitario di Fiume. La cerimonia ha segnato la fine della direttrice programmatica «27 vicinati»

Branka Cvjetičanin getta un po’ di terra sulla capsula del tempo

Nel Campus universitario di Fiume, è stata rivelata sabato scorso la location della capsula del tempo dei 27 vicinati di Fiume Capitale europea della Cultura, un contenitore di memorie e pensieri dedicati alle generazioni a venire che tra cent’anni la apriranno per scoprire l’umanità del XXI secolo.

 

All’evento hanno preso parte, oltre alla responsabile del programma, Branka Cvjetičanin, anche il sindaco Vojko Obersnel, la rettrice dell’Università di Fiume, Snježana Prijić Samaržija, la direttrice della società Rijeka 2020, Irena Kregar Šegota, la rappresentante del Comitato esecutivo del team Kampus, Rajka Jurdana Šepić, e la direttrice del Museo di Marineria e di Storia del Litorale croato, Nikolina Radić Štivić.

La capsula del tempo in attesa di venire sotterrata

Ricordare la storia
La capsula risponde al tentativo di immortalare, raccontare e ricordare la storia e i pensieri degli abitanti dei 27 vicinati coinvolti nel progetto: Laurana, Abbazia, Mattuglie, Castua, Pehlin, Drenova, Scurigne, Torretta, Mlaka, Campus universitario, Jelenje, Čavle, Praputnjak, Kostrena, Crikvenica, Novi Vinodolski, l’isola di Arbe (Rab), l’isola di Unie, la città di Cherso, la città di Veglia, Malinska, Verbenico, Gomirje, Mrkopalj, Fužine, Delnice, Brod na Kupi e Gornji Kuti. Inoltre, l’iniziativa è particolarmente importante in quanto ha stabilito un legame tra città europee lontanissime che altrimenti non avrebbero modo di instaurare un dialogo, come sottolineato da Vojko Obersnel: “Se pensiamo, ad esempio, al fatto che una piccola località del Gorski kotar, come Gornji Kuti, possa ora avere un legame con la lontanissima città finlandese di Oulu, si capisce la straordinaria portata di questo progetto”, ha affermato. “Tutte le attività che hanno fatto parte del programma dei 27 vicinati sono state accomunate dalla nascita di nuovi rapporti interpersonali, mostrando il potere di un legame che accetta e rispetta le differenze e le specificità delle persone”, ha dichiarato invece Nikolina Radić Štivić.

La capsula del tempo in attesa di venire sotterrata

Un momento commovente
La rivelazione della location della capsula del tempo rientra negli eventi di chiusura di Fiume CEC. Si tratta di un momento commovente per molti, come per la direttrice del progetto Irena Kregar Šegota, che con le lacrime agli occhi ha ringraziato chi ha lavorato alla realizzazione della capsula.

Rajka Jurdana Šepić, ricordando le numerose iniziative che si sono svolte nel corso della manifestazione di Fiume CEC e del programma dei 27 vicinati, ha sottolineato che si è trattato di momenti felici, accompagnati da intese, collaborazioni e divertimento.

La location della capsula del tempo è stata allestita dall’Università di Fiume in collaborazione con l’azienda O.T.K. Srl e la ditta Čistoća.

Facebook Commenti