Marzo all’«Ivan de Zajc»: musica, danza e monodrammi

Tra i numerosi spettacoli in programma spiccano le due opere comiche «Arlecchino» e «Gianni Schicchi»

0
Marzo all’«Ivan de Zajc»: musica, danza e monodrammi

I biglietti per gli spettacoli teatrali del mese di marzo sono già stati messi in vendita e dal TNC “Ivan de Zajc” assicurano che la scelta non è mai stata così ricca.

 

Innanzitutto nel cartellone teatrale ci sono due opere comiche che debutteranno la stessa sera e si tratta di “Arlecchino” di Ferruccio Busoni, con la regia di Marin Blažević e “Gianni Schicchi” di Giacomo Puccini, con la regia di Fabrizio Melano, in programma per il 14 marzo, con repliche il 19 e il 21 marzo. La doppia première è una coproduzione con il TNC di Osijek e verrà diretta dal virtuoso, il Maestro Valentin Egel.

Il concerto sinfonico “Serata classica: Mozart, Beethoven” è previsto per il 26 marzo. A dirigere l’orchestra, la quale presenterà i brani più prorompenti e appassionati dei due compositori, sarà il Maestro Stjepan Vuger. Tra i pezzi preparati ci sarà l’overture “Egmont” di Beethoven, un concerto per pianoforte e orchestra n.23 in Do maggiore di Wolfgang Amadeus Mozart, nonché la “Pastorale” di Beethoven, la sinfonia n.6 in Fa maggiore. Solista al pianoforte sarà Andrey Gugnin, uno dei musicisti più promettenti a livello mondiale.

Il Trio pianistico di Fiume si esibirà sul palcoscenico dello “Zajc” al concerto da camera del 12 marzo. Il trio è nato nel 2016 su iniziativa del pianista Filip Fak e del violinista Krunoslav Marić, ai quali si è aggregato successivamente Vid Veljak al violoncello. Hanno già registrato numerosi concerti notati e lodati dalla critica, sia in Croazia che all’estero.

Il balletto “Trilogia mediterranea”, il quale unisce ben tre balletti in una stessa serata (“Pulcinella”, con coreografia di Giovanni Di Palma, “Il pomeriggio di un fauno”, di Maša Kolar e “Rapsodia spagnola”, di Filipe Portugal) è in programma il 16 marzo. Gli spettatori respireranno lo spirito del Mediterraneo attraverso gli elementi del balletto classico, neoclassico e contemporaneo eseguito dall’ensémble del Balletto fiumano.

Gli amanti del dramma potranno vedere ben tre pièce, ma non nel palazzo del Teatro, bensì nella sala del Dram(m)a Centar dello “Zajc”, nell’ex magazzino dell’IVEX, in Delta.

La prima è il thriller psicologico del Dramma Italiano, “Variazioni enigmatiche”, con la regia di Neva Rošić e con Aleksandar Cvjetković e Mirko Soldano nei ruoli principali, il quale andrà in scena l’11 e il 12 marzo.

La bravura e il talento della prima attrice nazionale Olivera Baljak verranno messi in risalto nel monodramma “Kurva” (Puttana) di Vedrana Rudan, con la regia di Zijah Sokolović, il 18 e il 19 marzo. Lo spettacolo ha debuttato nel 2014 ed ha sempre registrato un grande successo di pubblico. Nello splendido monodramma troviamo elementi diversi, dalla sincerità, allo shock, dalla risata alla tristezza e tanto altro.

Un altro monodramma, “Down by law” di Mila Čuljak, è in programma per il 25 e il 26 marzo. Nato come radio dramma con la regia di Hana Veček, dal ciclo Radio atelier del programma drammatico della Radio croata, “Down by law” è entrato nella selezione finale per il Miglior audio dramma del 2022 della BBC. Il monodramma viene eseguito da Jelena Lopatić.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display