L’irresistibile fascino dei brani del Settecento

Nell’ambito del Festival di musica classica «Lovran Classic», nella chiesa di San Giorgio si è esibito il Trio Corrente

Foto Goran Žiković

Nella millenaria chiesetta di San Giorgio (la data di costruzione risale nientemeno che al 1100), piccolo scrigno di tesori artistici, ha avuto luogo venerdì scorso il concerto del Trio Corrente, ensemble di musica antica composto da Metod Sironić al flauto traverso barocco, Lea Sušanj Lujo al violoncello barocco, e Jelena Tihomirović al clavicembalo. L’evento si colloca nell’ambito del quarto Festival di musica classica “Lovran Classic”, dovuto all’associazione “Corona Laurea Lovran”.
Ci può essere uno scenario più felice per l’esecuzione degli antichi maestri del Settecento di quello offerto da una chiesetta dalle sembianze barocche, i cui dipinti, marmi, statue di santi e martiri sembrano irradiare ancora i riverberi di una stagione antica, eppure ancora viva?
L’elevata bellezza delle antiche pagine
Quali sensazioni surreali! Alla nostra sinistra un’acquasantiera seicentesca di marmo nero, a destra, sotto l’intonaco, un assaggio di preziosi affreschi gotici, in alto la volta abbellita da pitture settecentesche, mentre nell’etere si spande il suono di un flauto, che canta l’armonia e l’elevata bellezza delle antiche pagine. Mirabile simbiosi di suoni, forme e colori! Il mondo esterno, nella suggestione di questo strano incanto, man mano pare quasi dissolversi.
Ma torniamo ai nostri valentissimi musici, i quali hanno offerto una serata deliziosa, sia per le loro qualità di provetti strumentisti che per la sequela di autori settecenteschi – Locatelli, Telemann, Buononcini, Quantz, Barsani – le cui preziose musiche non avremmo altrimenti occasione di ascoltare. Tali eventi rappresentano le chicche dei festival (specialmente) estivi, anche perché di solito vengono offerti gratuitamente a un pubblico più vasto, alla cittadinanza che, pur non essendo frequentatrice di concerti, regolarmente percepisce, apprezza e premia generosamente accadimenti di questo genere; la bellezza autentica va aldilà del tempo per ripresentarsi fresca e pulsante a far breccia anche nell’animo dell’uomo contemporaneo.
Musicisti di prima scelta
Musicisti di prima scelta, sorretti da raffinata cultura musicale, hanno evidenziato nitidamente l’armonioso costrutto formale dei singoli brani, facendo emergere in maniera sentita e personale i variegati contenuti di queste pagine, come pure l’unisono respiro musicale che li accomuna, tanto da agire in ogni occasione alla stregua di un organismo unico.
Metod Sironić, flautista di chiaro talento – con studi in Croazia, Francia e Germania – ha esaltato con garbo e bella espressione le melodie nei tempi lenti, superando brillantemente gli aspetti virtuosistici che abbondavano nei tempi veloci. Lea Sušanj Lujo – figlia e nipote d’arte –, affermatasi come una delle migliori violoncelliste barocche in Croazia, con la sua spiccata e originale sensibilità musicale, ha reso con vivacità e destrezza la sua parte, sia nei momenti dialettici con il flauto che nella resa solistica con il clavicembalo, il quale, sotto le dita di Jelena Tihomirović, ha agito con equilibrio, gusto e prontezza, completando e sorreggendo egregiamente tutto l’insieme musicale.
Copie di strumenti antichi
Un aspetto rilevante del “Trio Corrente” è rappresentato dal fatto che i tre concertisti suonano su copie di strumenti in uso in epoca barocca, riuscendo così a ricostruire le sonorità del ‘600-’700, le quali risultavano più contenute e, nel caso del flauto, più ovattate. Ciò può costituire un motivo d’interesse per i patiti delle esecuzioni storiche che da alcuni decenni tengono banco, specialmente nei Paesi di lingua tedesca, ma non solo.
Sarebbe il caso che perlomeno i nostri canali televisivi e radiofonici dedicassero più spazio a questo complesso e alla loro attività, che rappresenta, specie nella stagione estiva, una delle offerte culturali di maggiore spessore e interesse, ponendoci nella geografia dei luoghi turistici che vanno oltre la solita offerta folcloristica e per cui attraenti anche per dei vacanzieri dal palato fine. Pubblico entusiasta.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.