Le vicende di una vita trascorsa a Daila

Presentato a Cittanova il primo libro della 88.enne Sonja Ritoša

La scrittrice e poetessa Sonja Ritoša

Nel Museo Lapidarium è stato presentato il primo libro della 88.enne Sonja Ritoša, dal titolo “La mia storia, vivo, esisto” (Moja priča, živim, postojim). L’opera letteraria è bilingue, in croato e italiano.

La copertina del libro

Ľevento è entrato a far parte del progetto “Daila… poi ci sei tu”, con il quale il Museo ha pubblicato in una piccola edizione il riassunto degli ottant’anni di vita di questa signora e le vicende vissute tra le città di Daila, Pola, Belgrado e la Vojvodina. Il progetto di cui faceva parte anche una mostra dedicata a Daila, realizzata da Lara Ritoša Roberts, prende il nome da un’ospite italiana che, dopo aver trascorso le vacanze nel paesino di Daila ringrazia Sonja della sua ospitalità. Il design è di Oleg Šuran.
Poetessa allegra e curiosa
La redattrice Jerica Ziherl ha spiegato che Sonja è anche una poetessa dallo spirito sereno, allegro e curioso, che scrive del passato e del presente, di sé e di altri, ma soprattutto della famiglia, dei luoghi e delle città nelle quali è vissuta, della strada che ha fatto e delle esperienze emotive che ha vissuto. “In questi periodi storici turbolenti, il fulcro del suo interesse è Pola e soprattutto Daila, di cui scrive con amore e calore.
Il redattore Božidar Cvenček ha sottolineato il fatto che il testo di per sé non era molto complesso, ma bisognava sistemarlo cronologicamente. Si tratta di una prosa documentaristica.

Facebook Commenti