Laurana. L’architettura veneta di Attilio Maguolo

La Giornata internazionale di studio, che si terrà oggi a Laurana, analizzerà l’opera dell’architetto che progettò gran parte delle ville che costellano la costa liburnica

Una villa di Laurana progettata da Attilio Maguolo

Si terrà oggi online e alla Galleria Laurus (ore 14.30) a Laurana una Giornata internazionale di studio nel quadro del progetto “Architettura veneta nell’istroquarnerino: la figura e le opere di Attilio Maguolo”. Attilio Maguolo, il più produttivo architetto di Laurana, nacque a Mira nella provincia di Venezia nel 1859 e trascorse la maggior parte della sua vita a Laurana. Lungo la costa liburnica sono visibili ancora oggi le tracce del suo stile architettonico: le ricerche hanno dimostrato che costruì una gran parte di edifici in questa zona, di cui una parte è oggi in buone condizioni, mentre un’altra ha bisogno di restauro o è impossibile da rinnovare.

 

Ricerche negli archivi
Le prime ricerche negli archivi pubblici della Regione Veneto, a Capodistria (dove le opere di Maguolo vennero presentate all’Esposizione universale nel 1908) e in Croazia, come pure le ricerche negli archivi familiari di parenti lontani dell’architetto, hanno portato alla luce una documentazione molto utile. Una rara fonte bibliografica, molto importante per il successo di questo progetto, è il libro di Mirjana Peršić pubblicato nel 2002 e intitolato “Laurana – Turismo ed edilizia” (Lovran – Turizam i graditeljstvo). Contiene cenni urbanistici e una serie di dati tecnici e piante delle ville più importanti di Laurana, di cui una trentina viene attribuita a Maguolo. Inoltre, un piccolo album di fotocopie in bianco e nero di immagini tratte da archivi privati conta 74 opere di Maguolo denominate, ma senza ulteriori dati.
Attraverso una rete di partnership e tramite una serie di ricerche è stato raccolto il materiale testuale e le immagini, il che ha permesso l’organizzazione della Giornata internazionale di studio.

Analisi esaustiva dell’argomento
Al convegno prenderanno parte il sindaco del Comune di Laurana, Bojan Simonič, il sindaco del Comune di Mira nella provincia di Venezia, Marco Dori, il presidente della Comunità degli Italiani di Laurana, Igor Prodan, il rappresentante dell’Università IUAV – Venezia, Marko Pogačnik, il presidente della Società storica del Litorale – Capodistria, Salvator Žitko, i rappresentanti della Regione del Veneto e della Regione litoraneo-montana. Interverranno il Console generale d’Italia a Fiume, Davide Bradanini, e Franco Rota di Eurotrieste, che parleranno rispettivamente della cooperazione bilaterale in campo culturale e dell’origine e dello sviluppo del progetto.

Darko Darovec tratterà il tema “Aspetti storici e urbanistici dell’insediamento umano nel litorale istroquarnerino; interazioni con la cultura veneta”, Salvator Žitko elaborerà “L’impronta della venezianità nell’edilizia quarnerina. La figura e le opere dell’architetto-costruttore Attilio Maguolo” e Lia De Luca (ricercatrice all’Università Ca’ Foscari di Venezia) parlerà dell’“Architettura veneta in Riviera del Brenta: la villa. Esperienze urbanistiche a confronto”.

Il valore dell’architettura storica
Seguiranno il dibattito e le conclusioni. In quest’ambito Riccardo Marussi esporrà le sue “Considerazioni sul valore sociale e turistico dell’architettura storica: patrimonio da salvaguardare”. Spazio quindi agli interventi e alle domande dei partecipanti, dopodiché è in programma una visita virtuale dell’esposizione “Le opere architettoniche di Attilio Maguolo nel Lovranese” con le fotografie di Goran Pleić.
In veste di moderatore interverrà Ivo Mileusnić, curatore del Museo di Marineria e di Storia del Litorale croato di Fiume. Alle conferenze si potrà accedere mediante il link che sarà disponibile sulla pagina web del Comune di Laurana (Meeting ID: 986 2732 3626, Passcode: 865922). I titolari del progetto “Architettura veneta nell’istroquarnerino: la figura e le opere di Attilio Maguolo” sono il Comune di Laurana e la Regione Veneto in collaborazione con la Comunità degli Italiani di Laurana, l’Università di architettura IUAV di Venezia e la Società storica del Litorale di Capodistria.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.