L’Art cinema ospita cinque Festival

Pure quest’anno la cineteca fiumana propone le pellicole vincitrici del Premio LUX assegnato dal Parlamento europeo al miglior film del continente

Cacciatori ai tartufi

L’Art cinema Croatia ha lanciato la nuova stagione cinematografica il 7 settembre con la première del film “Murina”, della regista e sceneggiatrice Antoneta Alamat Kusijanović. Ma non è questo l’unico film premiato a Festival internazionali a trovare il proprio posto sul cartellone del mese di settembre. Saranno complessivamente cinque i Festival che proporranno dei titoli alla cineteca fiumana, partendo dal Liburnia Film Festival, il quale presenterà due lungometraggi e un cortometraggio documentaristico il 12 e il 13 settembre.

 

Immancabile il Liburnia Film Festival

Domenica, 12 settembre, alle ore 20, il pubblico farà una passeggiata documentaristica chiamata “Bijeli Božić” (Bianco Natale) in un parco cittadino in compagnia del regista Josip Lukić. La pellicola ha ottenuto una menzione particolare della giuria della 19.esima edizione dell’LFF. Seguirà il film premiato dal pubblico, “Jedna od nas” (Una di noi) di Đuro Gavran, che racconta i ricordi e i traumi di una generazione che si incontra a 15 anni dal diploma di scuola media superiore. Lunedì, 13 settembre, sempre alle ore 20, è in programma il documentario paesaggistico “Nulti krajolik” (Paesaggio zero) di Bruno Pavić, premiato per la miglior fotografia e per il design del suono. Il film parla di una piccola località del litorale devastata dalla presenza di edifici industriali.

Quattro date per l’History Film Festival

Dal 14 al 18 settembre nell’Art cinema si svolgerà la quinta edizione dell’History Film Festival, la rassegna fiumana dedicata al film documentario storico. La selezione di quest’anno del festival porta alla cineteca 23 pellicole in gara, con una vasta gamma di temi bellici, conflitti razziali e altri fenomeni globali d’attualità. I titoli in gara parleranno anche delle vite di personaggi famosi e di complessi musicali, come quello celebre di Sarajevo, Indexi, oppure il leggendario Louis Armstrong, l’attore Louis de Funès e Oleg Vidov, il regista Elia Kazan e tanti altri.

Non mancherà nemmeno il Festival del Film di Montona, che ogni anno presenta le pellicole più interessanti anche all’Art cinema. Quest’anno i film verranno proposti il 19 e il 20 settembre: in programma il dramma italiano “Assadria” di Salvatore Mereu, il documentario “Cacciatori ai tartufi” di Michael Dweck, nonché due cortometraggi croati, ovvero “Mekana bića” (Esseri morbidi) di Ivana Škrabalo e “Skretanje” (Svolta) di Jasna Nanut, Čejen Černić Čanak e Judita Gamulin.

Respect

Tra film e letteratura

Pure quest’anno l’Art cinema propone i vincitori del Premio LUX, assegnato dal Parlamento europeo al miglior film europeo, un evento che ogni anno si tiene simultaneamente il 21 settembre in tutti i cinema europei. Il vincitore di quest’anno è il film rumeno “Kolektiv” (Collettivo), che esplora l’enorme frode sanitaria in Romania, in seguito al devastante incendio avvenuto a Bucarest nel 2015. Seguendo non soltanto giornalisti e informatori, ma anche i dipendenti statali, “Collettivo” offre una visione senza compromessi dell’impatto che il giornalismo investigativo può avere.

Nel programma “Adattamento. Lettura del film” si promuovono le più belle opere letterarie croate e i loro adattamenti cinematografici. Il primo titolo in programma in questa sezione è il romanzo comico “Osmi povjerenik” di Renato Baretić e l’omonimo adattamento di Ivan Salaj. All’incontro del club letterario dell’Art cinema, che discuterà, appunto, del romanzo, prenderà parte pure il regista del film, Ivan Salaj, il quale parlerà con lo scrittore Zoran Žmirić. Il programma “Adattamento. Lettura del film” si svolge con l’ausilio del ministero della Cultura e dei Media croato in seno al programma di incitamento alla lettura di quest’anno.

Osmi povjerenik

Spazio ad approcci alternativi

Un altro Festival che sarà ospitato all’Art cinema nel mese di settembre è il Manhattan Short Film Festival – un mondo, una settimana, un Festival. Si tratta di un Festival non itinerante come gli altri, ma che si tiene contemporaneamente in diversi Paesi del mondo e che vede il pubblico come giuria. I dieci cortometraggi in gara soddisfano tutte le condizioni per la partecipazione ai Premi Oscar e si potranno vedere sabato 25 e domenica 26 settembre.

In chiusura del programma, il 30 settembre, avrà inizio la 17.esima edizione del “25 FPS- Festival internazionale del film e del video sperimentali”. Il Festival comprende pellicole indipendenti e non commerciali che esplorano in maniera innovativa il potenziale del linguaggio cinematografico. Si potranno vedere il film “Addio nello specchio” di Storm de Hirsch e Louisa Brigante e altri titoli della selezione di quest’anno.
Tra gli altri titoli nel programma regolare della cineteca fiumana troviamo, da domani, la biografia musicale “Respect”, ispirata alla vita di Aretha Franklin con Jennifer Hudson nel ruolo principale, nonché il dramma “The Father” con Anthony Hopkins nel ruolo di protagonista, ma anche il film documentario “Bambina” (dal 22 settembre) che parla della bimba di sette anni Sasha, la quale sa di essere una femmina, anche se è nata nel corpo di un maschietto. I biglietti si possono prenotare all’indirizzo [email protected], oppure acquistare direttamente in biglietteria.

The father

Facebook Commenti