La moda italiana in passerella a Lubiana (foto e video)

0
La moda italiana in passerella a Lubiana (foto e video)

Rosso: il colore dell’amore, della passione, della forza, del lusso, del potere. Rosso, il colore del cuore che pulsa e delle labbra che attraggono. Rosso il colore della Ferrari e di Valentino (ci scuserà Piccioli che di recente ci ha affascinato con una sfilata all’insegna del fucsia, ups… pink PP). Rosso è il colore di Galerija Emporium e del Mese della Moda Italiana in corso a Lubiana (fino al 15 ottobre) che ha vissuto il suo momento clou con la serata dedicata alle collezioni autunno/inverno proposte da importanti brand del Made in Italy, alla musica e alla gastronomia.

Uno stile unico

Grazie all’impegno degli organizzatori della manifestazione – l’Ufficio ICE di Lubiana e il Gruppo Magistrat International, con il sostegno dell’Ambasciata italiana in Slovenia, del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale e dell’Agenzia ICE – la Galerija Emporium si è trasformata in una location in cui ogni dettaglio era all’insegna dello stile italiano, capace di regalare un’esperienza unica. In primo piano abiti e accessori, ma anche delizie enogastronomiche e musica, combinati in un mix capace di trasmettere un’emozione, per far toccare con mano uno stile unico e irripetibile e per immergersi in quel mondo descritto con imparagonabile maestria da un grande come Giorgio Armani. Eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare, sono le parole di re Giorgio citate da Eugen Ban, il moderatore della serata che ha saputo unire con simpatia e fluidità i passaggi sulla catwalk e gli stacchi musicali affidati a nomi di indiscutibile richiamo in Slovenia.

Catwalk e prima fila

Le proposte autunno/inverno degli stilisti – con proposte da copiare, da interpretare, da osare o semplicemente da indossare adeguando i pezzi alla propria personalità e allo stile di vita – hanno raccolto i favori del pubblico accorso numeroso nonostante il tempo inclemente che ha imposto di rinunciare alla sfilata in piazza Prešeren e di optare per uno show che si è svolto tutto negli interni di Galerija Emporium. In prima fila esperti di moda, fashion victim, amanti del bello, affiancati da rappresentanti delle istituzioni e degli organizzatori, l’Ambasciatore italiano Carlo Campanile affiancato dalla consorte, gli esponenti del corpo diplomatico, il deputato della CNI al Parlamento sloveno Felice Žiža con la consorte, le direttrici dell’Ufficio ICE, di Magistrat International e della Galerija Emporium, rispettivamente Serenella Marzoli, Jožica Brcar e Doris Šantek.

Nomi di richiamo

A dettare il ritmo della serata, con le loro esibizioni, Lea Sirk (che nel 2018 ha rappresentato la Slovenia all’Eurovision Song Contest che ha proposto Andromeda di Elodie); il noto performer televisivo Klemen Slakonja che si è presentato con un’interpretazione personalizzata di Baila Morena di Zucchero, per proseguire con un mix di canzoni di Eros Ramazzotti, Jovanotti, Nek… per chiudere con un brano di Andrea Bocelli, la star dell’Opera di Lubiana, la mezzosoprano Nuška Drašček (Rossini-Cenerentola: Non più mesta) e l’idolo dei giovanissimi, Bojan Cvjetićanin, frontman degli Joker Out che ha optato per Zitti e buoni dei Maneskin; una prova non facile da superare: reggere il confronto con Damiano David, al quale appare difficile trovare un difetto. Last, but not least, una chiusura all’insegna dei sapori italiani deliziosamente combinati dallo chef Luka Jezeršek, giudice di Masterchef Slovenia e proprietario del ristorante nel castello del lago di Bled. Una serata elegante. Da ricordare. Armani docet..




S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display