Ivana Brlić-Mažuranić raccontata dai giovani

Mostra realizzata dagli studenti della Facoltà di Scienze della Formazione di Fiume

0
Ivana Brlić-Mažuranić raccontata dai giovani
I disegni sono stati realizzati con tecniche diverse. Foto: GORAN ŽIKOVIĆ

Nella galleria al primo piano della Casa dell’infanzia del rione culturale Benčić a Fiume è stata inaugurata una mostra dedicata alla vita e al genio della celebre scrittrice croata, Ivana Brlić-Mažuranić.

Le opere in esposizione sono state realizzate dagli studenti della Facoltà di Scienze della Formazione del capoluogo quarnerino, che non solo hanno dipinto le immagini da mostrare ai bambini in visita alla Casa dell’infanzia, ma pure le immagini dell’albo illustrato “Priča o Ivani” (La storia di Ivana). Ad annunciare la mostra è stata la docente Maja Verdonik, la quale ha spiegato che l’esposizione è nata in maniera spontanea da un’attività legata al progetto scientifico dedicato al ruolo dell’albo illustrato nell’educazione e istruzione. Zlata Tomljenović, docente universitaria e autrice della mostra, ha salutato principalmente i numerosi studenti presenti all’apertura.

Un omaggio alla scrittrice croata
“Lavorando al progetto dell’albo illustrato ci siamo accorti che non esiste un libro che parli della vita di Ivana Brlić-Mažuranić per i bambini – ha spiegato l’autrice -. Per questo motivo abbiamo ingaggiato una quarantina di studenti e abbiamo dato loro il compito di realizzare un’opera d’arte a tema libero, però in riferimento alla scrittrice croata. Alcuni hanno preso come soggetto Ivana Brlić-Mažuranić, altri i personaggi delle sue opere, altri ancora hanno messo insieme numerosi elementi diversi. L’idea è partita dal corso di Scrittura creativa, in seno agli indirizzi di studio di Educazione prescolare e Insegnamento di classe. Una volta che sono stati stesi i testi da inserire nel libro, la motivazione e l’ispirazione per i disegni è arrivata da sola. Siamo contenti di aver reso omaggio a una scrittrice così importante della storia della letteratura, anche perché sappiamo bene che nel corso della sua vita è stata legata saldamente a Fiume”.

Una sfida per i corsisti
Tomljenović ha aggiunto anche che le illustrazioni hanno rappresentato una sfida per gli studenti, in quanto la maggior parte di loro non ha alcuna esperienza pratica nel campo dell’espressione visiva. Un altro fattore limitante è stato il fatto che il corso si è tenuto durante gli anni della pandemia del 2020 e 2021 e dato che i giovani seguivano le lezioni da remoto, per non rendere difficile il compito posto di fronte a loro, le docenti hanno permesso l’utilizzo di tecniche diverse, come ad esempio il collage o le tempere.
“Sono molto contenta del risultato ottenuto – ha detto Tomljenović rivolgendosi agli studenti -, soprattutto grazie al vostro impegno e al desiderio di sperimentazione. Quando, nel corso delle vostre carriere professionali, incontrerete delle difficoltà o dei momenti di scoramento, vi invito a ricordarvi dello splendido risultato ottenuto nelle condizioni più difficili”. In conclusione del discorso d’inaugurazione le docenti hanno ricordato che i finanziamenti sono arrivati dalla Facoltà di Scienze della Formazione di Fiume, nonché dall’Università degli Studi di Fiume, tramite il progetto “L’albo illustrato nell’asilo d’infanzia e nella scuola elementare”. La mostra rimane aperta fino all’11 febbraio 2023.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display