Il senso di positività emanato dai colori

Nella Galleria relativa di Fiume è stata inaugurata la mostra collettiva di quattro artisti diversi per personalità, stile e approccio selezionati dalla giuria dell’associazione Kie

Da sinistra Ivan Tomečak, Sanjin Bakotić, Jelena Sitar Barbarić e Lana Gržetić

È stata inaugurata presso la Galleria relativa (Relativna galerija) di Fiume la mostra intitolata “4 autora” (4 autori), organizzata dall’associazione Kie (Kreativna industrija Europe). L’esposizione unisce quattro artisti e artiste di diverse personalità, stili e percorsi artistici.

 

I quattro autori sono stati selezionati dalla giuria della Kie in seguito a un invito pubblico lanciato dall’associazione il mese scorso e rivolto ad artiste e artisti del campo della pittura e della scultura, con l’obiettivo di dare l’occasione agli autori di esporre lavori inediti o poco noti al pubblico. In occasione dell’inaugurazione, Marta Bakrač della Kie ha condotto una visita interattiva della mostra, durante la quale gli autori si sono brevemente presentati, spiegando il significato dei propri lavori. Date le attuali misure antiepidemiche, la visita ha avuto luogo a gruppi di dieci persone.

Alcuni lavori di Ivan Tomečak

Dal ritratto all’astrazione
Lana Gržetić, Jelena Sitar Barbarić, Sanjin Bakotić e Ivan Tomečak provengono da percorsi artistici diversi e realizzano opere ispirate a motivi che si discostano molto l’uno dall’altro. All’interno della mostra, a ciascun artista è dedicata una stanza della Galleria relativa. In altre parole, l’esposizione “4 autori” si configura sottoforma di quattro mini-mostre a sé stanti.

La serie di ritratti dei genitori, realizzati dalla giovane Lana Gržetić, sorprende per la grande energia che emana attraverso colori accesi e motivi che ricordano il fauvismo del primo Novecento. “I miei motivi preferiti sono i ritratti, i nudi e le figure umane”, ha spiegato durante l’inaugurazione. “Mi piace sperimentare – ha aggiunto – con tecniche diverse, dall’olio all’acrilico, al gesso, all’inchiostro di china”. Laureata in Scultura all’Accademia di Arti applicate di Fiume, Lana Gržetić ha già esposto in diverse mostre collettive a Fiume e a Zagabria, partecipando a concorsi internazionali in Croazia, Slovenia e Serbia.

Un quadro di Lana Gržetić

Jelena Sitar Barbarić, avvocato di professione, dieci anni fa ha deciso di seguire la propria passione per la pittura, riuscendo a integrarla, come lei stessa afferma, con l’impegnativa vita professionale e familiare. Nella stanza della Galleria relativa dedicata ai suoi lavori, sono esposti quadri astratti realizzati dall’autrice nell’ultimo anno. “La tecnica che utilizzo è l’acrilico su tela, a volte in combinazione col pastello, collage, carboncino e altre tecniche”, ha spiegato presentando le sue opere. “Realizzo – ha proseguito – esclusivamente dipinti astratti, senza motivi predefiniti, seguendo piuttosto un’ispirazione del momento. Mi piacciono i colori, e spero di riuscire a far percepire, con le mie opere, un senso di positività”.

I dipinti astratti di Jelena Sitar Barbarić

Dal mare alla donna
I lavori di Sanjin Bakotić esposti nella mostra sono incentrati su motivi legati al mondo marino. Artista per passione, si è avvicinato alla pittura grazie al sostegno di sua moglie, come lui stesso afferma, e grazie alla guida dell’artista Dijana Lukić, presidente della Kie e organizzatrice di diversi laboratori artistici presso il centro Art & Hobby di Fiume. “Come si vede dai miei lavori, il mare è il mio grande amore e la mia passione”, ha spiegato presentando le proprie opere. “Nel mio tempo libero – ha aggiunto – mi piace dedicarmi alla pesca e alle immersioni. Con i miei quadri voglio dare ai pesci una vita che, in questo modo, non finirà mai”.

Infine, Ivan Tomečak espone alla mostra dei lavori compresi in un ciclo di opere da lui realizzate dal 2019 a oggi e dedicate alla donna. “Nonostante i dipinti possano apparire astratti e senza contenuti, si tratta di enigmi intimi”, come lui stesso afferma. “In altre parole – puntualizza – sono quadri che esplorano il rapporto della donna nei confronti della società, nonché di sé stessa, in merito alla maternità, alle relazioni amorose, alle sue lotte interne”. Artista visivo e fotografo professionista, dopo la laurea all’Art House di Lubiana nel 2019, Tomečak si dedica alla produzione artistica nel suo studio, in cui crea lavori a partire da combinazioni di tecniche artistiche diverse. Oltre ad aver preso parte a numerose mostre pittoriche e fotografiche, è stato vincitore del primo premio dell’Ex Tempore “Pul Kaštela”, allestita presso il Castello di Tersatto di Fiume nel 2019; nonché del riconoscimento speciale Ex Tempore “Mandrač” di Volosca, sempre nel 2019. Lavora anche nel campo della formazione, conducendo corsi e laboratori artistici a Fiume e nella località di Križišće.

“4 autori” è un’esposizione organizzata dall’associazione Kie, con il sostegno dell’Autoclub di Fiume. La mostra, a titolo gratuito, rimarrà aperta fino a sabato 3 aprile negli orari della Galleria relativa: il martedì, il mercoledì e il sabato dalle ore 10 alle ore 12; il lunedì e il venerdì dalle 17 alle 19.

Due quadri di Sanjin Bakotić

«Madame scultrice»
Kie è un’associazione di artisti e cittadini che vivono seguendo ideali umanistici e, per mezzo dell’arte e della cultura, contribuiscono a un mondo migliore. Come spiegato da Marta Bakrač in occasione dell’inaugurazione, “gli obiettivi della Kie sono promuovere artisti giovani e/o poco noti, dando loro l’opportunità di farsi conoscere dal pubblico, al fine di incoraggiare la loro produzione artistica”.
Oltre all’esposizione “4 autori”, nel programma della Kie sono previsti diversi altri eventi, incontri e laboratori artistici. In particolare, secondo quanto annunciato, ad aprile verrà allestita una mostra intitolata “Madame scultrice” (Madame kiparica). La Kie invita pertanto tutte le scultrici (affermate e non) a presentare i propri lavori per la selezione.

Facebook Commenti