Il «Piccolo principe» approda allo «Zajc» a… quattro mani

Luka Babić nel ruolo del Piccolo principe /FOTO DRAŽEN SOKČEVIĆ

FIUME – “Il piccolo principe” (Le Petit Prince) è un racconto di Antoine de Saint-Exupéry, il più conosciuto della sua produzione letteraria. Fu pubblicato il 6 aprile 1943 a New York da Reynal & Hitchcock nella traduzione inglese e qualche giorno dopo sempre da Reynal & Hitchcock nell’originale francese. Solo nel 1945, dopo la scomparsa dell’autore, fu pubblicato in Francia a Parigi da Gallimard. Nel 2017 “Il piccolo principe” ha superato il numero di 300 traduzioni in lingue e dialetti diversi, tra cui pure la versione fiumana “El picio principe” di Elvia Nacinovich. Il racconto è diventato quasi un simbolo dell’amicizia ed è veramente difficile raccontarlo in maniera da catturare l’attenzione sia di un pubblico adulto, che dei bambini.
A tentare di presentarlo a tutte le fasce d’età del pubblico saranno il Dramma Italiano e il Dramma Croato del TNC “Ivan de Zajc“, in collaborazione con il Teatro per i giovani “Kamov” e il Teatro popolare istriano (INK) di Pola. La prima dello spettacolo è prevista per questa sera alle ore 19.30, ma il Piccolo principe andrà in scena pure il 9 dicembre a mezzogiorno, il 10 e l’11 dicembre alle 19.30, il 13 e il 14, nonché il 19 e il 20 dicembre a mezzogiorno, mentre per il mese di febbraio sono previste delle repliche in lingua italiana con orario da definirsi.
La regia è firmata dalla penna esperta dell’autrice per l’infanzia Renata Carola Gatica, l’adattamento è di Ivana Đula, i costumi sono di Desanka Jaković, la scenografia di Breza Žižović, la musica di Ivana Đula e Luka Vrbanić e la coreografia di Andrea Gotovina. Le parti principali saranno interpretate da Edi Ćelić e Mirko Soldano, nella parte del Piccolo principe vedremo Vanja Paulić e Luka Babić, nella parte del Re Predrag Sikimić e Lucio Slama, l’Uomo d’affari sarà Giuseppe Nicodemo, il Geografo sarà Anton Plešić, la Vanitosa sarà Sabina Salamon, la Volpe Ivna Bruck, il Serpente Serena Ferraiuolo, la Rosa Elena Kolić e Lucija Štefanić. Direttore di scena è Noemi Dessardo. La durata dello spettacolo è di un’ora.

Facebook Commenti