Il patrimonio museale si riflette nei souvenir

Nell’atrio del Museo di Marineria e di Storia del Litorale croato è allestita la mostra di modelli grafici degli studenti della Scuola di Arti applicate di Fiume

I souvenir sono dei potenti mezzi di comunicazione. Foto: Željko Jerneić

Continua anche quest’anno il progetto di collaborazione avviato tra il Museo di Marineria e di Storia del Litorale croato e la Scuola di arti applicate di Fiume, dal titolo “Kreatori baštine” (Creatori del patrimonio).
La cooperazione tra le due istituzioni è stata avviata nel 2018 su iniziativa della prof.ssa Jasmina Bukša e del pedagogo del Museo di Marineria e di Storia del Litorale croato, Denis Nepokoj.
In quest’ambito, gli studenti della terza e quarta classe dell’indirizzo grafico della Scuola di Arti applicate hanno realizzato una serie di souvenir ispirati agli oggetti custoditi nel fondo museale.
Potenti mezzi di comunicazione
Questi oggetti non sono dei meri souvenir destinati a prendere polvere in qualche vetrina dimenticata, bensì sono dei potenti mezzi di comunicazione che fanno rivivere l’esperienza museale anche diversi anni dopo la visita all’ente fiumano.

I souvenir sono dei potenti mezzi di comunicazione. Foto: Željko Jerneić

Questi oggetti sono destinati all’uso quotidiano e rispettano tutte le logiche della promozione e del marketing contemporanei. Tazze con disegni di attrezzi paleolitici, borse con il motivo del piatto di Băgaciu (Bogeschdorf) in Romania datato 1784, oppure poster che riportano gli orecchini ornamentali del IX secolo ritrovati nella località di Gorica in Croazia; queste sono soltanto alcune delle idee proposte dai ragazzi nell’ambito di questa particolare mostra.
Gli studenti della quarta classe della Scuola di Arti applicate si sono presi anche la briga di ideare il packaging per la vendita di ognuno di questi prodotti.
Idee e modelli grafici
Le opere esibite fanno parte di un processo didattico tuttora in corso e presentano solo delle idee e modelli grafici, ma le versioni finali di queste creazioni verranno realizzate dai ragazzi stessi presso la Cooperativa studentesca “Janko Polić Kamov”, rispettando tutti gli standard produttivi e i materiali indispensabili per la commercializzazione di tali prodotti.
Già durante la scorsa edizione del progetto alcuni oggetti sono stati messi in vendita come souvenir nel Museo di Marineria e di Storia del Litorale croato e, chissà, forse il prossimo anno scolastico vedremo nel negozietto museale anche qualcuna delle idee presentate questi giorni nell’atrio del museo.
La mostra è aperta al pubblico fino al 28 dicembre.

Facebook Commenti