Il multilinguismo è come un superpotere

Assegnati i premi del concorso per gli alunni delle scuole elementari di Fiume promosso dal Centro Bilingualism Matters, attivo in seno alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Fiume

Il Centro Bilingualism Matters, attivo in seno alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Ateneo fiumano, ma fondato dall’Università degli studi di Edimburgo, ha bandito qualche mese fa un concorso per alunni delle scuole elementari e studenti delle scuole medie superiori in occasione della Giornata europea della lingua, che viene celebrata il 26 settembre. Il tema era molto semplice: “Sono multilingue! È questo il mio superpotere”. La scadenza per la consegna dei compiti era stata fissata al 21 ottobre e il compito dei ragazzi era quello di esprimere liberamente, in una qualsivoglia lingua o dialetto, ciò che pensano e provano nei confronti di questo tema. Alla commissione sono pervenuti 18 lavori, tra cui anche testi letterari, nonché disegni, fumetti o brevi video, che sono stati valutati entro la metà del mese di novembre. Della commissione hanno fatto parte le professoresse Maja Đurđulov, Sandra Jukić, Nataša Košuta, Tihana Kraš e Iva Peršić.

 

Premiati i lavori migliori

Il primo premio, ovvero un buono del valore di 300 kune da spendere in libreria, è andato a Tia Šumonja Matejčić, alunna dell’ottava classe della SE Nikola Tesla (mentore Ivana Smolčić Padjen) la quale ha inviato tre poesie in lingua croata, inglese e francese. Il secondo posto, un buono del valore di 200 kune, è stato assegnato ad Anamaria Živković, alunna della settima classe della SE Kozala (mentore Jelena Maras), la quale ha realizzato un manifesto con i pastelli inserendovi dei testi in lingua croata. Il terzo posto, ovvero un buono del valore di 100 kune, è stato conferito a Eva Lepšić e Sara Vuletić della sesta classe della SE Ivan Zajc (mentore Bojana Palijan), le quali hanno realizzato un video in lingua inglese.

Riconoscimenti ex aequo

Al quarto posto ex aequo si sono piazzate Nicole Paola Benko, alunna della quinta classe della SE Pećine (mentore Tamara Ručando) per un testo letterario in lingua spagnola, Mila Musulin, alunna della sesta classe della SE Srdoči (mentore Ivana Erak) per una poesia in lingua tedesca, Petra Petelin, alunna della settima classe della SE Ivan Zajc (mentore Dorotea Scopich) per una poesia in lingua italiana, inglese e croata e Leonarda Pranjić, alunna della quarta classe della SE Srdoči (mentore Ivana Erak) per una poesia in croato. Ciascuna vincitrice ha ottenuto un buono da spendere in libreria pari a 50 kune, mentre gli altri partecipanti hanno ottenuto dei riconoscimenti. I lavori che hanno partecipato al concorso sono stati pubblicati all’indirizzo http://bmri.uniri.hr/predavanje-visejezicni-odgoj-djece-prednosti-izazovi-rjesenja2.

Tutti i lavori per i quali è giunto il consenso dei genitori sono state esposti sulla bacheca della Facoltà di Lettere e Filosofia di Fiume.

Facebook Commenti