Il MFF lotta per la pace in Europa

La rassegna cinematografica istriana è diventata quest'anno un Cinema Paradiso per i tempi di grandi incertezze che ci attendono

0
Il MFF lotta per la pace in Europa
Uno sguardo sulla piazza centrale di Montona. Foto: SAMIR CERIĆ KOVAČEVIĆ

È iniziata un’altra edizione del Montona Film Festival (MFF): questa volta, a segnare l’atmosfera dell’evento d’inaugurazione sono stati i forti messaggi contro la guerra. Dopo i saluti iniziali degli organizzatori della manifestazione, la parola è passata a Oleh Sencov, in diretta video dalle trincee del Donbas: esprimendo il desiderio di poter visitare la Croazia in futuro, il noto regista ucraino (ex membro della giuria del MFF) ha ringraziato la propria famiglia europea per il supporto e ha invitato tutti a difendere insieme la pace in Europa. Al termine del discorso di Sencov – il cui film “Rinoceronte” (Nosorih), debuttato l’anno scorso alla Biennale di Venezia, fa parte della programmazione del MFF di quest’anno –, è stata proiettata la pellicola “Hit the road” (Jaddeh Khaki) di Panah Panahi, figlio del celebre regista iraniano Jafar Panahi (anch’egli ex membro della giuria del Festival), arrestato di recente e condannato a sei anni di carcere per atteggiamenti e messaggi anti-regime. “Ora più che mai, dobbiamo trasformare questo nostro monte in un Cinema Paradiso, non solo per il difficile anno che ci lasciamo alle spalle, ma per i tempi di grandi incertezze che ancora ci attendono”, come spiegato dalla selettrice del programma centrale della rassegna, Milena Zajović. Nell’ambito dell’inaugurazione della 25.esima edizione del Festival del cinema di Montona – accompagnata da proiezioni video create dal vivo da Danilo Dučak, pittore e designer dell’identità visiva del MFF di quest’anno – gli organizzatori hanno reso omaggio ai due cineasti a cui sono stati conferiti i premi onorari della manifestazione: Ranko Mitić Mito (Premio 50 anni) e Goran Marković (Premio Maverick), autori di “film che hanno fatto incantare generazioni di spettatori”, come affermato dal direttore del Festival, Igor Mirković. A dare i saluti iniziali sono stati anche Tomislav Pahović, sindaco di Montona e Jessica Acquavita, vicepresidente della Regione istriana in rappresentanza della Comunità Nazionale Italiana. “Grazie a questa rassegna – ha sottolineato Acquavita – e ad altre straordinarie manifestazioni, l’Istria ha dimostrato di poter essere una destinazione culturale, di cui indubbiamente andiamo fieri”. Il 25.esimo MFF si concluderà sabato 30 luglio, quando verrà proiettata la pellicola vincitrice del Festival.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display