Il cinema piange Jean-Paul Belmondo. L’attore francese aveva 88 anni

Addio a Jean-Paul BelmondoIl famoso attore si è spento nella sua casa di Parigi, all’età di 88 anni, ha precisato il suo avvocato, Michel Godest, citato dalla France Presse. “Era molto affaticato da qualche tempo,. Si è spento serenamente”, ha detto il legale.
Mostro sacro del cinema francese ed europeo, Belmondo ha girato 80 film. Lascia in eredità ruoli indimenticabili, come quello in ‘A bout de souffle’ (Fino all’ultimo respiro) di Jean-Luc Godard o sorvolando il cielo di Venezia, appeso ad un elicottero, in ‘Le Guignolo’ (Il piccione di Piazza San Marco) di Georges Lautner.
Jean-Paul Belmondo nacque a Neuilly-sur-Seine il 9 aprile del 1933. Si diplomò  presso il Conservatoire national supérieur d’art dramatique e iniziò il suo apprendistato di attore in teatro, dove recitò in  vari classici come L’avaro di Molière e, successivamente, Cyrano de Bergerac di Rostand. L’esordio cinematografico avvenne nel 1956 con il cortometraggio Molière di Norbert Tildian. La sua carriera procede poi con pellicole e registi di  un certo rilievo; recita in “A doppia mandata” (1959) di Claude Chabrol e ne “La ciociara”(1960) di Vittorio De Sica. Il grande successo però arriva solo nel 1960 con il film che lo consacrò come uno dei maggiori attori francesi  “Fino all’ultimo respiro” di Jean-Luc Godard.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.