I versi di Tiziana Dabović premiati al «Raise»

La caporedattrice di «Arcobaleno» si impone nella categoria Poesia, sezione Veneti nel mondo

Luigi Carlesso, segretario del Premio, consegna il riconoscimento a Tiziana Dabović. Foto Goran Žiković

La connazionale fiumana Tiziana Dabović (caporedattrice del nostro mensile per ragazzi “Arcobaleno”) ha vinto il primo premio per la poesia del premio letterario “Raìse” (radici), nella sezione Veneti nel mondo. La cerimonia di premiazione si è svolta sabato pomeriggio presso il Castello di Arquà Polesine.
Giunta alla 27.esima edizione, la manifestazione dedicata alla poesia e alla composizione letteraria nei dialetti della lingua veneta, è riservata a tutti gli scrittori di cultura o radici venete residenti in Italia e all’estero. La giuria, presieduta da Ivo Prandin in qualità di presidente onorario, ha decretato gli autori meritevoli di entrare nell’albo dei vincitori del premio, al quale hanno partecipato quest’anno 180 concorrenti, tra cui vanno annoverati poeti e scrittori di Croazia, Slovenia, Australia, Brasile, Irlanda, Francia e Cile.
Nella sezione Veneti nel mondo, per la prosa, è stato premiato Lino Timillero, australiano di Coniston.
Tra i lavori dei Veneti residenti, sono stati gratificati Stefania Paron, Aldo Ronchin e Luciana Gatti per la poesia, nonché Lucio Favaron, Giovanni Salvagno e Marisa Danzi nella categoria della prosa.
Ciascun vincitore di questa edizione del Premio Raise è stato omaggiato con un’opera originale e prestigiosa realizzata dallo scultore Denis Raccanelli.
L’evento, organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Arquà Polesine in collaborazione con la Biblioteca Comunale, gode del patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Rovigo nonché del locale Comune.

Facebook Commenti