I designer croati tra i finalisti degli European Design Awards

In lizza anche lo Studio Sonda di Visinada e lo Studio Tumpić/Prenc di Rovigno. La proclamazione dei vincitori si terrà in Rete il prossimo 12 giugno

I sei progetti dei designer croati

Tra i finalisti della prossima edizione degli European Design Awards (ED Awards) figurano anche sei progetti firmati da studi di design croati. La proclamazione dei vincitori si svolgerà in modalità online sabato 12 giugno.

 

I concorrenti

Lo Studio Sonda di Visinada è tra i finalisti delle categorie “Serie di locandine” (Poster Series), in cui presenta il lavoro “100% Covid free journey” e “Illustrazione aziendale” (Corporate illustration), con il design “Berba” realizzato per Vina Bertoša. A concorrere in due categorie è anche lo Studio Size di Zagabria, con i design realizzati per Farina speciale, in Confezionamento di cibi e bevande (Packaging food & beverages) e per l’azienda enologica Vk, in Confezionamento di bevande alcoliche (Packaging alcoholic drinks). Tra i finalisti di quest’ultima categoria c’è anche lo Studio Tumpić/Prenc di Rovigno, che presenta il lavoro “Rivelazione del microcosmo dei vini biodinamici” (Otkrivanje mikrokosmosa biodinamičkih vina). La Clinica Studio di Zagabria, in collaborazione con il designer Vladimir Končar, è invece uno dei concorrenti della categoria “Design di mostre” (Exhibition design), grazie all’allestimento di “Dall’immaginazione all’animazione: Sei decenni dello Zagreb film” (Od imaginacije do animacije: Šest desetljeća Zagreb filma) presso il Museo d’arte contemporanea della capitale croata.

Anche l’anno scorso gli studi croati sono riusciti a ottenere degli ottimi risultati agli Ed Awards: il premio Best of Show era stato assegnato allo Studio Trumpić/Prenc per il progetto delle Piscine cittadine di Pola, mentre gli studi Flomaster e Hamper, di Zagabria, avevano ottenuto il secondo e il terzo posto nelle rispettive categorie.

Una giuria particolare

Gli European Design Awards vengono assegnati annualmente per i migliori lavori nel campo del design della comunicazione. La particolarità dell’iniziativa, riconosciuta dall’International Council of design, è il fatto che i vincitori vengono selezionati non da designer professionisti, bensì da critici e studiosi di design, nonché da giornalisti e redattori di riviste specializzate. La giuria internazionale degli Ed Awards di quest’anno è composta da John L. Waters, redattore della rivista trimestrale britannica “Eye”; Petra Černe Oven, designer, scrittrice e docente presso l’Accademia di belle arti e design dell’Università di Lubiana; Marko Golub, critico, curatore e redattore del catalogo biennale “Croatian design review”; Julia Kahl, designer, redattrice ed editrice della Slanted Publishers di Karlsruhe, in Germania; Ana Gea, fondatrice, redattrice e direttrice della rivista spagnola “Gràffica”; Mitya Kharshak, fotografo, designer, critico, ricercatore e redattore del magazine “Projector” con sede a San Pietroburgo, in Russia; Esen Karol, designer, redattrice, editrice e una dei fondatori della rivista online “Manifold”; Jonathan Pierini, graphic designer, ricercatore, direttore dell’Isia – Istituto Superiore per le industrie artistiche di Urbino e uno dei redattori della rivista “Progetto grafico”; e Freek Kroesbergen, responsabile pr dell’Associazione di designer olandesi (BNO) e redattore del “Dude Dutch Designers Magazine”, pubblicato dalla Bno. L’iniziativa è stata avviata nel 2007.

Design della comunicazione

Tra i principali obiettivi degli Ed Awards rientrano la promozione e il miglioramento degli standard di design della comunicazione sul territorio europeo, nonché la creazione di uno spazio per l’eccellenza nel campo del design della comunicazione, in cui acquirenti provenienti da tutto il mondo possano recarsi in ricerca di collaboratori. La cerimonia di premiazione, che ogni anno viene allestita in una città diversa, nel 2021 avrebbe dovuto tenersi a Valencia, in Spagna. A causa dell’attuale situazione epidemiologica, l’evento verrà organizzato in modalità online.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.