History Film Festival: numerose novità

Inaugurata ieri in Corso la mostra di locandine dei documentari che verranno presentati nell’ambito della rassegna in programma dal 14 al 18 settembre

Damir Herega, Emil Mandarić, Tiha Modrić, Bernardin Modrić e Ivan Šarar

È stata inaugurata ieri la mostra di locandine dei film che verranno presentati nell’ambito del prossimo History Film Festival (HFF). La quinta edizione della manifestazione si svolgerà da martedì 14 a sabato 18 settembre in diverse località della Regione litoraneo-montana.

 

Per la prima volta all’Art cinema

Il ricco programma del Festival, dedicato al cinema storico e documentario internazionale, conterà ben 23 titoli, 12 dei quali avranno la loro première croata, 5 quella europea e ben 3 avranno il loro debutto mondiale. Come spiegato da Tiha Modrić, produttrice dell’HFF, la quinta edizione del festival sarà caratterizzata da diverse novità. “Innanzitutto, per la prima volta, tutti i film che figurano nella competizione verranno presentati all’Art cinema”, ha affermato. Inoltre, le proiezioni avranno luogo anche nella Sala Zora di Crikvenica, nella Piazza dei Paolini a Fiume, presso la Casa dei fratelli Mažuranić di Novi Vinodolski, nonché alla stazione ferroviaria “Štacijon” di Mattuglie. Quest’ultima location si sposa con l’iniziativa, promossa dall’Unione Europea, dell’Anno europeo delle ferrovie. “A Mattuglie verranno organizzati, oltre che proiezioni di film, anche diversi incontri con il pubblico, incentrati sull’intersezione tra la storia del cinema e lo sviluppo delle ferrovie, un legame che ha indubbiamente segnato l’industria cinematografica del secolo scorso”, ha puntualizzato la produttrice del Festival.

Il cinema e la Guerra patriottica

Del programma del prossimo HFF fa parte anche la sezione “Il cinema e la Guerra patriottica” (Film i domovinski rat). Come riferito dal direttore del Festival, Bernardin Modrić, il programma è stato pensato per ricordare l’inizio dello scontro bellico che ha segnato la storia del nostro Paese, avvenuto ben tre decenni fa. I titoli contenuti nella sezione (ben 18) verranno presentati nella Piazza dei Paolini di Fiume. “Ciò che mi rende particolarmente felice – ha affermato Modrić – è il fatto che quest’anno abbiamo l’opportunità di presentare al pubblico film che narrano le vite delle persone a partire dal momento della proclamazione della pace. Inoltre, verranno proiettati film incentrati su temi di attualità, come ad esempio la situazione in Afghanistan, il gruppo Anonymus e tanti altri”. Tra i film che avranno la loro prima mondiale, il direttore dell’HFF ha evidenziato il film “Indexi”, dedicato al celebre gruppo jugoslavo degli anni ‘60 e ‘70 del secolo scorso, in programma venerdì, 17 settembre alle ore 21 all’Art cinema.

Il cinema inclusivo

Un’altra delle particolarità del quinto HFF è il cosiddetto “Cinema inclusivo”, la sezione del Festival dedicata all’integrazione di determinate categorie sociali nel complessivo panorama culturale nazionale. Damir Herega, uno dei collaboratori del “Cinema inclusivo”, nonché presidente dell’Associazione delle persone sorde e ipoacustiche della Regione litoraneo-montana, ha sottolineato che, per la suddetta categoria, non bastano i sottotitoli, bensì è necessaria una spiegazione approfondita del film in visione. Nella stessa sezione, particolare attenzione verrà rivolta anche ai ciechi e agli ipovedenti. “Ringrazio la Città di Fiume e gli organizzatori dell’HFF per la considerazione e la collaborazione al programma del festival”, ha affermato Emil Mandarić, presidente dell’Associazione dei ciechi della Regione litoraneo-montana. “Iniziative di questo tipo – ha aggiunto – segnano un importante contributo alla complessiva inclusione della categoria degli ipovedenti nell’offerta culturale del Paese”.

All’inaugurazione della mostra ha preso parte anche Ivan Šarar, capodipartimento per la Cultura della Città di Fiume. “Vorrei complimentarmi con gli organizzatori per lo splendido programma di quest’anno”, ha dichiarato Šarar. “Abbiamo avuto un’ottima collaborazione con l’HFF, che rappresenta una fondamentale occasione di promozione del Festival del cinema indipendente. Dall’altro lato, considero la mostra dedicata alle locandine un’ottima modalità di promozione del Festival”.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.