Giovani musicisti senza frontiere

Evento dovuto a Consolato generale d’Italia a Capodistria, CAN e Comune

Matej Mijalic al violino appartenuto a Giuseppe Tartini

La sera del solstizio d’estate, sulla la suggestiva spiaggia di Valdoltra, si è svolto l’evento Musicisti senza frontiere, a cura del Consolato generale d’Italia a Capodistria, della locale CAN e del Comune di Ancarano per celebrare la musica. Il 21 giugno, infatti, è il giorno in cui la musica esce dai suoi luoghi tradizionali e raggiunge le strade, i giardini e altri luoghi per centinaia di eventi. All’aperto, in spettacoli fatti da artisti di ogni livello, provenienza e cultura, la musica esalta la sua caratteristica maggiore: che è di tutti, che è curiosa, spontanea e disponibile, senza conoscere diversità, intolleranze e confini. Per questo motivo sono stati scelti musicisti giovani, i cittadini del futuro che anche attraverso la musica imparano a vivere un mondo senza confini. Prima di lasciare il palco, situato a pochi passi dal mare, i musicisti sono stati salutati dalle autorità: la vicesindaco Martina Angelini a nome del Comune, il Console generale d’Italia a Capodistria, Giuseppe D’Agosto e la presidente della CAN di Ancarano, Linda Rotter. Oltre alla musica, ad Ancarano il 21 giugno si festeggia anche la Giornata del Comune, coincisa con l’istituzione del Parco naturale di Punta Grossa tre anni fa.
La serata è stata condotta in italiano e sloveno in modo impeccabile da Evgen Ban, che ha introdotto gli artisti con brio e simpatia. A rompere il ghiaccio è stato il giovane violinista fiumano Matej Mijalić, che ha avuto l’onore di deliziare il pubblico con la Sonata per violino solo in si-bemolle di Giuseppe Tartini, suonandola proprio allo strumento appartenuto al Maestro delle Nazioni. Custodito presso il museo di Casa Tartini e gentilmente concesso dalla direzione per l’occasione, si tratta di uno dei tre violini lasciati da Tartini a Padova, che è stato usato dal celebre compositore e musicista piranese. La scuola di Musica di Capodistria si è presentata invece con l’Orchestra di chitarre, composta da virtuosi di ogni età. Il repertorio ha spaziato dalla musica classica di Johann Sebastian Bach a evergreen della musica leggera, come Mrs. Robinson di Paul Simon e Art Garfunkel. Per il Liceo musicale “Carducci-Dante” di Trieste si è esibito il gruppo di musica d’insieme jazz nato nell’anno scolastico 2014/2015. La formazione è un laboratorio che ha l’obiettivo di offrire agli studenti l’opportunità di approcciarsi al jazz, affrontandone le principali peculiarità. Gli studenti hanno proposto al pubblico di Ancarano alcuni brani, tra cui All blues di Miles Davis e il gospel tradizionale statunitense, When the Saints Go Marching In.

Facebook Commenti