Giovani amanti del teatro: finanziamenti in arrivo

0
Giovani amanti del teatro: finanziamenti in arrivo
Marin Blažević e Zlatko Komadina durante la sottoscrizione del contratto

La formazione di nuove generazioni di spettatori è indubbiamente una delle attività più importanti per il mantenimento della cultura teatrale. Sul territorio della Regione litoraneo-montana, il rapporto tra la popolazione più giovane e le arti performative viene rafforzato da diverse importanti iniziative promosse, oltre che da varie organizzazioni e associazioni artistico-culturali, dal Teatro Nazionale Croato “Ivan de Zajc” di Fiume. In particolare, il progetto “(Za)voli kazalište” (Innamòrati del teatro), dà l’opportunità ai ragazzi delle scuole elementari e medie superiori di assistere regolarmente agli spettacoli del teatro professionale: si tratta di un programma avviato nel 2012 da parte del Teatro Nazionale Croato “Ivan de Zajc” di Fiume in collaborazione con la Regione, che consiste nell’organizzazione e nel co-finanziamento delle visite a Teatro degli alunni di tutte le scuole della Regione.

 

L’iniziativa gode del supporto finanziario della Regione litoraneo-montana, che a partire da ieri è stato incrementato del 60 p.c. circa, passando dalle 300mila a quasi 500mila kune. Il nuovo contratto di collaborazione tra lo “Zajc” e la Regione litoraneo-montana, della durata di un anno, è stato firmato ieri dal sovrintendente del TNC, Marin Blažević e dal presidente della Regione, Zlatko Komadina. Nonostante gli ostacoli e le difficoltà affrontate dal Teatro negli ultimi anni, in periodo pandemico, non sono stati apportati tagli nell’organico e nel programma dello “Zajc” grazie ai finanziamenti di numerose realtà private e pubbliche, in primis la Città di Fiume e la Regione litoraneo-montana, ha sottolineato Blažević. “Per mezzo di una buona collaborazione – ha aggiunto –, riusciamo ad arrivare a nuove idee e nuove soluzioni, che quest’anno hanno portato a un aumento dell’importo del finanziamento”.

Il presidente della Regione si è soffermato invece sugli effetti negativi della pandemia, che hanno reso l’industria delle arti performative uno dei settori più precari, il che ha stimolato l’incremento delle sovvenzioni. “Il compito della Regione è fornire aiuti quando è possibile, aiuti che il Teatro di Fiume ha indubbiamente meritato”, ha affermato Komadina.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display