Gianni Rodari. Le eccellenze italiane in mostra a Fiume

L’esposizione ideata in occasione del centenario della nascita del maestro che credeva nella creatività dei bambini, verrà inaugurata in Corso alla presenza del Console generale Davide Bradanini e del sindaco Marko Filipović

0
Gianni Rodari. Le eccellenze italiane in mostra a Fiume
Giulia Orecchia: “A teatro con Gianni Rodari”. Foto: CATALOGO DELLA MOSTRA

Le Giornate della cultura italiana promosse dal Consolato Generale d’Italia a Fiume sono uno degli appuntamenti più importanti nel panorama culturale istro-quarnerino in quanto rappresentano un veicolo di diffusione della ricchezza della cultura italiana nelle sue molteplici forme. Mostre, tavole rotonde, conferenze, concerti, spettacoli e quant’altro hanno contribuito negli anni ad avvicinare anche ai cittadini della maggioranza segmenti della cultura italiana che l’hanno resa celebre e amata in tutto il mondo.

Le Giornate della cultura italiana del Consolato Generale d’Italia a Fiume sono concepite come la declinazione locale della Settimana della Lingua italiana nel mondo. Giunto quest’anno alla sua 11.esima e 22.esima edizione rispettivamente, il programma delle manifestazioni è dedicato ampiamente ai giovani, tanto che l’argomento è “L’italiano e i giovani”.

Omaggio al grande scrittore e pedagogista
Un evento però che interessa tutte le fasce d’età è sicuramente la mostra intitolata “Figure per Gianni Rodari. Eccellenze italiane”, che verrà aperta lunedì prossimo a Fiume.
Realizzata da Bologna Children’s Book Fair e dalla Regione Emilia-Romagna in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia a Fiume, l’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria, l’Ambasciata d’Italia a Zagabria, l’Unione Italiana e la Città di Fiume, l’esposizione verrà inaugurata alle ore 11 sui pannelli espositivi in Corso, alla presenza del Console generale d’Italia a Fiume, Davide Bradanini e del primo cittadino, Marko Filipović.
La mostra è stata ideata nel 2020 in occasione del centenario della nascita di Gianni Rodari, nato il 23 ottobre 1920. Con il progetto si è voluto rendere omaggio al grande scrittore e pedagogista – il primo autore italiano insignito del prestigioso “Hans Christian Andersen Award” (nel 1970), tra i più innovativi e influenti scrittori per l’infanzia del XX secolo.
Le sue opere, ancora oggi ristampate anno dopo anno, sono sempre state oggetto di reinterpretazione da parte di grandi illustratori.

Un progetto di 21 autori
“Figure per Gianni Rodari. Eccellenze italiane” rappresenta una sorta di linea del tempo dell’illustrazione italiana, esponendo opere originali di ventuno autori che hanno dato la loro personale interpretazione dell’opera di Rodari.
Le figure che nel tempo hanno illustrato Rodari sono al cuore di questa mostra: una finestra sulle eccellenze dell’illustrazione italiana che negli ultimi cinquant’anni hanno dialogato con i testi dell’autore, partendo da figure storiche del design e dell’illustrazione come Luzzati e Munari, fino ad artisti contemporanei riconosciuti a livello internazionale. Gli artisti in mostra sono Bruno Munari, Emanuele Luzzati, Altan, Beatrice Alemagna, Gaia Stella, Olimpia Zagnoli, Manuel Fior, Alessandro Sanna, Valerio Vitali, Simona Mulazzani, Chiara Armellini, Anna Laura Cantone, Fulvio Testa, Maria Chiara Di Giorgio, Giulia Orecchia, Nicoletta Costa, Federico Maggioni, Francesca Ghermandi, Pia Valentinis, Vittoria Facchini ed Elenia Beretta.

Varietà di stili e forme
I criteri che hanno ispirato i curatori della mostra nella selezione degli illustratori italiani da rappresentare e delle tavole da includere non sono espliciti. Tuttavia, scorrendo le opere esposte, si intuisce la volontà di guidare il visitatore in un percorso ideale che permette di seguire l’evoluzione dell’illustrazione italiana attraverso una varietà di stili, di tratto e di forme.
Dunque, la mostra porge a tutti i visitatori, adulti e bambini, un invito a leggere o rileggere Rodari oggi e a ritrovarne l’attualità. Naturalmente, oltre che rivolgersi ai lettori o potenziali lettori di Rodari, trattandosi di una mostra sull’illustrazione italiana, essa vuole attirare anche quanti, addetti ai lavori e non, sono appassionati di questa forma d’arte applicata all’editoria, particolarmente fiorente in Italia, ma anche in Croazia.
Ricordiamo che la mostra curata dalla Cooperativa Giannino Stoppani/Accademia Drosselmeier, era stata presentata nel 2019 dinanzi alla sede dell’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria, in Piazza dei Fiori (Cvjetni trg). Prima ancora, i disegni dedicati alla produzione di Rodari avevano fatto tappa a Beirut, Auckland, Bratislava, Chicago, Ginevra, Londra, Madrid, Tampa, Miami, Atlanta, Pilsen, San Paolo e Taipei. L’esposizione fiumana potrà essere visitata fino al prossimo 17 ottobre.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display