Festival Periskop. La sesta edizione sta per iniziare a passo di danza

La fine di agosto e l’inizio di settembre saranno dedicati a spettacoli, film e laboratori di ballo e arti circensi

Lo spettacolo “Gore” debutterà il 30 agosto

La fine dell’estate si sta approssimando, o almeno si spera che presto la calura lascerà spazio a un po’ di refrigerio e gli ultimi giorni di agosto, nonché l’inizio di settembre, alla Casa croata di cultura (HKD) di Sušak, ma anche in altri punti della città, si terrà la sesta edizione del Festival Periskop, dedicato alla danza moderna e contemporanea e all’arte circense. L’inizio del Festival è fissato per il 24 agosto, mentre la chiusura sarà il 4 settembre. Il Festival porterà sulla scena quattro spettacoli di ballo, nonché un programma d’accompagnamento definito residenziale, educativo e cinematografico.

 

Tre località diverse

Gli spettacoli in programma per quest’edizione dell’evento e che andranno in scena all’HKD, alla Filodrammatica e al Palach, dal 30 agosto al 4 settembre, trattano il tema della collettività, della morte tragica del ragazzo fiumano Vitomir Jovičić Simke, dell’incontro tra due esseri, del rapporto tra l’uomo e il trapezio, del confine tra mondo virtuale e mondo reale e il corpo della ballerina.

Lara Frgačić ed Endi Schrotter in “Individue(t)”

Trapezio e processi chimici

Il primo spettacolo in programma, il 30 agosto, è “Gore” (Su) dell’ensémble zagabrese di danza. Il giorno dopo, con il progetto “Anna, balla” si presenterà al pubblico l’autrice locale Anika Cetina, ma anche Lara Frgačić ed Endi Schrotter (Sabmarine) con l’opera “Individue(t)”. Il 2 settembre il programma continuerà con lo spettacolo circense “Iskrenje: Duodrama za čovjeka i trapez” della compagnia “Tricycle Trauma”. Il 3 settembre il Festival Periskop porterà a Fiume lo spettacolo “Klown” di Matea Bilosnić, dell’ensémble di ballo zaratino, mentre la chiusura è prevista per sabato, 4 settembre, con “ROB3RTA”, dell’autrice Roberta Milevoj.

L’ultimo giorno del Festival Natalija Pintarić terrà una presentazione nata nel corso della residenza in seno alla Rete residenziale circense.

L’autrice sarà a Fiume dal 24 agosto per preparare il programma, nel quale userà alcuni requisiti, come ad esempio le catene, ma anche processi chimici che danno vita a spettacolari effetti luminosi. L’autrice è membro, ormai da molti anni, del progetto Circorama “Raskrasti mir/Oboji svijet”. L’entrata alla presentazione è libera. Nella parte educativa del programma gli interessati possono iscriversi al laboratorio “I molti volti del trapezio” di Ivana Pedljo. Gli incontri sono previsti per il 3 e il 4 settembre dalle 10 alle 12 e il prezzo è di 250 kune. Le notifiche vanno fatte all’indirizzo e-mail [email protected]

Il documentario “Tout va bien” verrà proiettato il 1.mo settembre

Programma alternativo

Il programma d’accompagnamento, Kino Circus, verrà realizzato in collaborazione con il “Room 100” e quest’anno sarà dedicato al nuovo circo e comprenderà due film documentari “Tout va bien” (Émilie Desjardins/Pablo Rosenblatt) e “Sustav K.” (Sistema K. di Renaud Barret).
Le pellicole si potranno vedere nel club Palach mercoledì, 1.mo settembre. Il primo film parla dei frequentanti della scuola circense e della loro ricerca del pagliaccio interiore, mentre il secondo film parla della nascita della scena attiva performativa in Congo. L’entrata a entrambi gli appuntamenti è libera.

I biglietti per gli spettacoli si possono acquistare al botteghino della location in cui si svolgeranno a partire da un’ora prima dell’inizio. Il prezzo può variare dalle 25 alle 50 kune per ogni singolo appuntamento, oppure 200 kune per tutto il Festival. Per poter partecipare a ogni singolo appuntamento è necessario prenotare il biglietto all’indirizzo [email protected]

Il Festival Periskop è un festival dedicato alla danza contemporanea e al nuovo circo e viene organizzato dall’associazione Prostor plus. Il programma gode del sostegno finanziario dell’Ufficio per la Cultura della Città di Fiume e del ministero della Cultura e dei Media croato, nonché del sostegno logistico della Casa croata di cultura di Sušak e delle associazioni Molekula. L’Associazione Prostor plus usufruisce del sostegno istituzionale della Fondazione Kultura nova.

Facebook Commenti