Festival film Pola. Alle proiezioni di classici sulle sedie a sdraio

Ad agosto la prima edizione del progetto ideato in collaborazione con la locale Comunità degli Italiani

Tanja Miličić, Elena Puh Belci, Gordana Restović, Tamara Brussich e Sanja Cinkopan Korotaj

Un nuovo programma dell’Ente pubblico Pula Film Festival (PFP), in attesa dello svolgimento della 67.esima edizione del Festival del film di Pola, rimandato all’inizio di settembre a causa dell’emergenza coronavirus (doveva tenersi dal 18 al 26 luglio), arricchirà l’estate culturale polese. Giunge come un toccasana quindi la prima edizione del progetto “Circolo classic”, promosso in collaborazione con la Comunità degli Italiani di Pola, la Città di Pola e la Pro loco, che si svolgerà dal 2 al 28 agosto (la domenica e il martedì) appunto all’Estivo comunitario.
A presentare l’evento sono state la direttrice dell’Ente, Gordana Restović, la presidente della CI Tamara Brussich, la vicesindaco Elena Puh Belci, la direttrice della Pro loco, Sanja Cinkopan Korotaj nonché la direttrice artistica della manifestazione, Tanja Miličić. “A causa di quest’insolita situazione – così la Restović –, siamo giunti all’idea di proporre un nuovo programma con le proiezioni di film classici, e ciò in un ambiente ideale qual’è l’Estivo della CI. Sono certa che questa singolare iniziativa, che speriamo si ripeta negli anni a venire, desterà un elevato interesse e attirerà sia cittadini locali che ospiti”. “Voglio ringraziare innanzitutto il PFP per quest’offerta – ha proseguito la presidente della CI –, che è stata accettata subito. In tale modo manteniamo una proficua collaborazione con l’Ente pubblico che va avanti ormai da molti anni. Il ‘Circolo classic’ è in pratica una ‘finestra’ sul mondo del cinema classico, quello italiano e americano, degli inizi della seconda metà del ventesimo secolo. L’Estivo si propone come un luogo perfetto per presentare questo programma, in quanto possono essere rispettate tutte le misure di sicurezza per far fronte al coronavirus. Gli spettatori avranno modo di sistemarsi sulle sedie a sdraio, però il numero dei posti sarà contenuto ed è limitato a 60 spettatori a serata. Il costo dei biglietti, che si potranno acquistare online sul sito www.kinovalli.net, oppure un’ora prima delle proiezioni al botteghino della CI, è di 20 kune”, ha fatto notare la Brussich.
Da parte sua, Puh Belci ha voluto ringraziare il PFP e la Comunità degli Italiani per avere avviato questo progetto, il che conferma la proficua collaborazione tra gli enti. “È indicativo che in queste particolari circostanze è stato trovato uno spazio ideale, dove si può proporre un interessante programma per gli amanti del film, nonostante il fatto che il Festival sia stato rimandato”, ha detto il vicesindaco. “Sin dall’inizio abbiamo sostenuto questo interessante progetto – ha rilevato la direttrice della Pro loco, Cinkopan Korotaj –. Il pubblico, in un ambiente particolare, avrà modo di assistere alle proiezioni in condizioni particolari. Penso che l’interesse di certo non mancherà”.
Lungometraggi degli anni 1950-60
Infine l’intervento della Miličić, la quale ha puntualizzato che si tratta di film classici di produzione italiana e americana, del neorealismo degli anni ‘50 e ‘60, e di diversi generi. “Verranno proposti lungometraggi scelti con i migliori e più importanti attori e registi dell’epoca quali Audrey Hepburn, Bette Davis, Sophia Loren, Ingrid Bergman, Anita Ekberg, Marilyn Monroe, Shirley MacLaine, Gregory Peck, Marcello Mastroianni, Jack Lemmon e molti altri”, ha concluso la direttrice artistica. In cartellone quindi i film “Vacanze romane”, “La dolce vita”, “Eva contro Eva”, “Viaggio in Italia”, “Gli uomini preferiscono le bionde”, “Il grido”, “L’appartamento” e “Ieri, oggi e domani”. Va detto infine che i posti a sedere saranno sistemati alla dovuta distanza, e che gli spettatori per assistere alle proiezioni dovranno indossare le mascherine. Inizio delle proiezioni alle ore 21. Buona visione.

Facebook Commenti