Festival dell’Istrioto per il concorso letterario

Promosso dalla Comunità degli Italiani di Sissano. Il termine ultimo per la consegna è il 20 ottobre 2020

In occasione dell’VIII edizione del Festival dell’Istrioto, la Comunità degli Italiani di Sissano ha indetto un concorso letterario di poesia, filastrocche, racconti brevi e cortometraggi in dialetto Istrioto (nelle sue varianti locali di Dignano, Fasana, Gallesano, Rovigno, Sissano e Valle).

Come fanno sapere gli organizzatori, il concorso si articola in quattro diverse categorie: adulti (dai 18 anni in su), giovani (dai 14 ai 18 anni), bambini (dai 6 ai 13 anni) e Istrioto nel mondo. Quest’ultima categoria è riservata ai parlanti dell’Istrioto residenti al di fuori dei confini nazionali. I responsabili del Festival informano poi che ogni categoria è suddivisa in sezioni diverse. La categoria “adulti” è così suddivisa in 4 sezioni. I partecipanti potranno quindi scegliere se partecipare al concorso presentando una poesia oppure una filastrocca a tema libero, un racconto a tema libero o un cortometraggio. Per quest’ultima sezione, gli autori potranno scegliere tra il dialogo diretto, l’inchiesta, la rappresentazione o il documentario.

Le stesse sezioni sono previste anche nella categoria “giovani”. Rispetto ai più grandi, i ragazzi e le ragazze potranno scegliere di presentare anche un breve video, purché dedicato ai racconti dei nonni. Per quanto concerne, invece, i racconti a tema libero per i giovani, questi potranno decidere anche di lavorare in gruppo e presentare al concorso le loro brevi ricerche. Le sezioni della categoria dei più piccoli sono le medesime di quella dei giovani. Per i residenti all’estero intenzionati a partecipare all’iniziativa della Comunità degli Italiani di Sissano le sezioni sono le stesse come quelle previste per la categoria “adulti”.

Per quanto riguarda i racconti brevi a tema libero, i responsabili del concorso informano che il testo può avere fino a un massimo di tre cartelle. I racconti a tema libero (riservati alle categorie “adulti” e “L’Istrioto nel mondo”) non devono, invece, superare le 10 cartelle (una cartella editoriale standard è un foglio di 1.800 battute, spazi inclusi).

I partecipanti possono concorrere in più sezioni all’interno della propria categoria presentando al massimo due composizioni per ciascuna sezione. Naturalmente, tutte le poesie, le filastrocche, i racconti brevi e i cortometraggio devono essere inediti. In conclusione, gli organizzatori del Festival e del concorso informano i potenziali partecipanti che tutti i lavori vanno inviati in formato word o pdf all’indirizzo di posta elettronica [email protected] oppure per posta ordinaria in busta chiusa, sulla quale dovrà essere ben leggibile la dicitura “Concorso Festival dell’Istrioto 2020”. I cortometraggi vanno, invece, inviati alla CI di Sissano (via Giordano Dobran 20, Sissano, 52100 Pola) esclusivamente tramite posta ordinaria su apposito dispositivo digitale (CD, DVD, chiavetta USB). Il tutto entro il 20 ottobre.

Facebook Commenti