Dylan Dog e la passione del fumetto in Croazia

La mostra è stata inaugurata all'IIC di Zagabria in occasione del 35.esimo anniversario dell'edizione croata

Le edizioni croate del fumetto

Dylan Dog, l’investigatore dell’incubo entusiasma da ormai 35 anni gli appassionati di fumetti in Croazia. L’importante ricorrenza è stata celebrata ieri all’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria con l’inaugurazione della mostra di venti illustrazioni, tavole e copertine di importanti edizioni croate di quest’amatissimo fumetto horror, realizzata dall’IIC in collaborazione con l’Associazione CRŠ. Come rilevato dal direttore dell’Istituto, Gian Luca Borghese, si tratta di un’iniziativa molto voluta da quest’ente culturale e realizzata grazie al prezioso contributo di Slaven Gorički, editore e distributore di Dylan Dog tradotto in croato. La cerimonia d’inaugurazione è stata arricchita dalla presenza del disegnatore di Dylan Dog, Fabio Celoni, che ha pure firmato alcune copie del fumetto ai fan che hanno preso parte all’evento. “Dylan Dog è particolarmente rappresentativo della cultura del fumetto italiana – ha osservato Borghese -. Questo personaggio è uno dei più importanti nel settore: un antieroe, un detective del mistero e dell’incubo che è il primo a dubitare della realtà nella quale si trova a vivere”, ha puntualizzato il direttore, aggiungendo che i disegnatori come Celoni sono particolarmente sensibili e capaci di esprimere la complessità di questo personaggio attraverso il disegno. Fabio Celoni si è detto felice di poter essere in Croazia, che è un Paese pieno di appassionati di fumetto, anche per il fatto che per lui si tratta del primo viaggio fuori dall’Italia dall’avvento della pandemia. Slaven Gorički si è detto compiaciuto per il fatto che sia stato possibile realizzare l’allestimento in occasione del 35.esimo anniversario dell’edizione croata del fumetto e ha espresso l’auspicio che tra cinque anni si possa celebrare anche il 40.esimo. La mostra rimarrà in visione fino al 15 ottobre.

Fabio Celoni

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.