Drammi Italiano e Croato Scelti i nuovi direttori

Željko Jerneić

FIUME | Sono Giulio Settimo e Renata Carola Gatica i nuovi direttori rispettivamente del Dramma Italiano e del Dramma Croato del Teatro Nazionale Croato “Ivan de Zajc” di Fiume. La notizia è stata resa pubblica ieri al termine della seduta del Consiglio Teatrale, riunitosi per designare i nuovi responsabili delle due sezioni d’arte drammatica dello “Zajc”. Come rilevato dal presidente dell’organismo teatrale, l’attore in pensione Nenad Šegvić, “dopo la richiesta di risoluzione del contratto di lavoro delle ex direttrici delle due compagnie di prosa, rispettivamente Rosanna Bubola e Jelena Kovačić, il sovrintendente Marin Blažević ha suggerito al Consiglio i nomi di Giulio Settimo e Renata Carola Gatica, ritenendoli candidati idonei a ricoprire gli importanti incarichi. Abbiamo accolto le sue proposte”, ha dichiarato.

“A questo proposito – ha aggiunto Šegvić – il Consiglio teatrale con i suoi membri, il sovrintendente Marin Blažević, la f.f. di direttrice del DI, Leonora Surian, e il neodirettore invitano l’Unione Italiana a un incontro congiunto per discutere assieme della decisione del nostro organismo”.
Il giovane attore triestino Giulio Settimo, classe 1989, ha un percorso formativo quanto meno “inusuale”. Si è formato all’Accademia di arti drammatiche di Osijek dove, oltre a specializzarsi nel teatro di figura, e quindi in quello dell’arte delle marionette, burattini e pupazzi, ha assimilato perfettamente anche la lingua croata. Con il Dramma Italiano ha esordito nella stagione teatrale 2011/12 grazie ad “Antigone”, di Sofocle e Co., diretto da Ozren Prohić. In seguito il pubblico della nostra realtà comunitaria ricorderà la sua partecipazione allo spettacolo “La finta ammalata”, per la regia di Saša Broz. Settimo ha ottenuto nel 2014 anche una nomination al Premio della Scena Croata, quale miglior attore under 28 per l’interpretazione di un ragazzo che s’approccia alla boxe nello spettacolo “Zlatne Rukavice” (Guantoni d’Oro). Il lavoro porta la sua firma anche come autore e regista insieme a quella di Peđa Gvozdić.
Bisogna rilevare che Giulio Settimo non è il primo direttore non connazionale, e quindi non proveniente dalla Comunità Nazionale Italiana di queste terre, a ricoprire l’importante funzione di direttore del DI.
Era già successo in passato con lo scrittore e critico triestino Piero Rismondo, che per le sue conoscenze in campo teatrale venne nominato direttore della nostra compagnia di prosa nel 1947.
In quanto alla neodirettrice del Dramma Croato, ricordiamo Renata Carola Gatica per avere firmato nel 2015 la regia dello spettacolo coprodotto dal DI e dal DC “Spillo, Ciccio e Falco”.
È una regista teatrale argentina, che vive da anni in Croazia.

Facebook Commenti