Dante nelle riproduzioni di illustri pittori italiani

Alla CI di Fiume una mostra realizzata in collaborazione con i connazionali di Laurana

Melita Sciucca e Igor Prodan con gli ospiti

Anche se la maggior parte delle celebrazioni dedicate a Dante si è tenuta in seno alla Settimana della Cultura italiana nel mondo, la Comunità degli Italiani di Fiume non ha dimenticato il Sommo Poeta e gli ha dedicato, in collaborazione con la Comunità degli Italiani di Laurana, una mostra di riproduzioni dei lavori di illustri pittori italiani, ceduta dagli Uffizi e legati alla “Divina Commedia”. L’esposizione “Dante Alighieri (1265-1321)”, allestita precedentemente nell Galleria Laurus a Laurana, è composta dai dipinti menzionati, accompagnati da schede esplicative e versi del poema dantesco a cui si riferiscono.

 

Versi del I…

L’inaugurazione della mostra, tenutasi ieri sera alla CI di Fiume, è stata aperta dagli attori del Dramma Italiano del TNC “Ivan de Zajc”, Serena Ferraiuolo e Giuseppe Nicodemo, i quali hanno letto il I canto dell’Inferno. La presidente del sodalizio fiumano, Melita Sciucca, ha dichiarato di essersi emozionata ad aver potuto risentire gli splendidi versi studiati a scuola, alle lezioni di italiano della professoressa Illiasich. Ha ringraziato, poi, il presidente della CI di Laurana, Igor Prodan, presente alla serata.

“Abbiamo voluto portare a Fiume la mostra di Dante perché sicuramente molte persone, tra cui i ragazzi delle scuole, non hanno la possibilità di visitare la Galleria Laurus – ha puntualizzato -. Ringrazio Igor Prodan soprattutto per il grande impegno profuso nei contatti con gli Uffizi di Firenze”. Alla serata ha partecipato pure Natko Štiglić, il quale ha proposto alcuni brani alla chitarra e questa esibizione, ha spiegato Sciucca, è un “assaggio” del concerto che si terrà venerdì prossimo alla CI.

Serena Ferraiuolo e Giuseppe Nicodemo

…e del V canto dell’Inferno

Successivamente Ferraiuolo e Nicodemo hanno letto il celeberrimo canto V dell’Inferno, quello che è comunemente conosciuto per la discesa di Dante e Virgilio nel secondo girone dell’Inferno e l’incontro prima con Minosse e poi con Paolo e Francesca.

I presenti sono stati salutati anche da Igor Prodan, il quale ha ricordato che l’ultima mostra alla quale ha partecipato a Fiume è stata quella dedicata agli scampanatori, all’inizio del 2020, poco prima dello scoppio della pandemia. “Abbiamo voluto ricordare la grandezza di Dante Alighieri – ha spiegato -, ma anche il fatto che nella ‘Divina Commedia’ il Sommo Poeta avesse menzionato le terre che ora fanno parte della Croazia”.

La mostra rimarrà in visione fino al 20 novembre di quest’anno.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.