Dante e la Croazia: mostra a Laurana

L’allestimento pone un accento particolare sull’influenza di Dante sulla letteratura croata, con citazioni di famosi studiosi e dantisti

L’evento è stato seguito da un nutrito pubblico

Anche Laurana si è unita alle celebrazioni dantesche: come molti altri istituti e organizzazioni legate alla Comunità Nazionale Italiana, anche la Comunità degli Italiani della località quarnerina ha inaugurato una mostra in omaggio al settecentenario della morte del Sommo Poeta.

Una delle riproduzioni esposte alla mostra

Collaborazione con gli Uffizi

L’esposizione, allestita presso la Galleria Laurus di Laurana, è stata organizzata grazie alla collaborazione con le Gallerie degli Uffizi di Firenze, uno tra i più antichi complessi museali d’Italia, contenente una raccolta d’opere d’arte d’inestimabile valore storico-culturale. Alla mostra sono esposte le riproduzioni dei lavori di illustri pittori italiani conservate negli Uffizi e legati alla “Divina Commedia”, corredate di schede esplicative e versi del poema dantesco a cui le opere si riferiscono. L’allestimento pone un accento particolare sull’influenza di Dante sulla letteratura croata, con citazioni di famosi studiosi e dantisti della Croazia che, oltre che fornire un approfondimento interessante su alcuni passaggi dell’opera, riflettono l’interesse storico di letterati e intellettuali croati nei confronti della “Commedia”. Dall’altro lato, come ricordato dal presidente della CI di Laurana, Igor Prodan, il legame tra lo stesso Dante e la Croazia viene confermato nel verso 103 del Canto XXXI del Paradiso (“Qual è colui che forse di Croazia/viene a veder la Veronica nostra”).

Igor Prodan

Bentornati eventi

Il programma dell’inaugurazione della mostra, svoltosi in lingua italiana e croata, è stato arricchito da una lettura della prima parte del Canto I dell’Inferno, nonché di un breve intermezzo musicale in cui il giovane chitarrista fiumano Natko Štiglić, attualmente studente dell’Accademia di Musica di Lubiana, ha eseguito alcuni brani di John Dowland e Francesco da Milano.

Oltre a numerosi connazionali e abitanti locali, all’evento hanno partecipato anche Branislav Petković, vicepresidente del Consiglio comunale di Laurana, Sonja Kalafatović, presidente della CI di Abbazia, Riccardo Staraj, sindaco di Draga di Moschiena e presidente della locale CI, Melita Sciucca, presidente della CI di Fiume, nonché alcuni rappresentanti dei Consigli della minoranza italiana della Regione litoraneo-montana. “È un grande piacere essere di nuovo qui, nella Galleria Laurus”, ha affermato Prodan in apertura dell’inaugurazione. “Organizzare un evento – ha aggiunto – significa essere di nuovo attivi”.

L’esposizione “Dante Alighieri (1265 – 1321)” è stata promossa dalla CI di Laurana in collaborazione con le Gallerie degli Uffizi di Firenze e con il patrocinio dell’Unione Italiana, del Comune di Laurana, della Regione litoraneo-montana e della Fondazione Kultura nova. La mostra è visitabile fino a martedì, 21 settembre negli orari di apertura della Galleria Laurus (martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 17 alle ore 20; giovedì e sabato dalle ore 10 alle ore 13), a ingresso gratuito.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.