«Critico in erba»: mantenere viva la lingua e la cultura italiane

Sono stati resi noti i nomi dei vincitori della 16.edizione del Concorso per alunni promosso dall’ANVGD di Verona

La giuria del Concorso “Critico in erba” composta da insegnanti e soci dell’ANVGD (Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia) di Verona, dopo aver preso visione dei lavori pervenuti delle scuole elementari di Fiume, ha scelto i vincitori della 16.esima edizione di questo premio pensato, appunto, per gli alunni delle scuole della CNI.

I premiati

I premi per i ragazzi della scuola “Belvedere” sono andati a Kaja Nicolić, Noemi Šepić, Emma Lenac, Milla Dunović, Emily Stefan e Ana Škrobonja. Quelli per i ragazzi della scuola “Dolac” sono andati a Teo Andrić, Erin Lofta, Leonardo Randisi, Magdalena Buterin, Maris Šepić, Rita Sindičić. Alla “Gelsi” i vincitori sono Vito Vulin, Leon Jancović, Francesca Sinčić, Noel Karazya, Katarina Šantić e Adriano Štefanić. Ad aver brillato alla San Nicolò sono stati Laura Margan, Amber Bortoluzzi, Mila Rekić, Lukas Krušovac, Teo Mlinarić e Martina Raspor. I vincitori hanno ottenuto un pacchetto regalo con zainetti, materiale didattico, ciondolo e portamatite con il logo di Giulietta e Romeo. Visto il grande impegno dimostrato da tutti i partecipanti e non solo quelli che sono stati reputati i migliori, anche quest’anno la commissione ha deciso di dare dei premi di consolazione ai ragazzi che sono stati scartati. In questo secondo gruppo di premiati, al materiale didattico è stata allegata una maglietta al posto dello zaino. I premiati alla “Belvedere” sono Marta Kovačić, Adam Vukelić, Eleni Marcius e Oliver Misles. Tra i ragazzi della “Dolac” ad aver attirato l’attenzione della commissione ci sono Lara Marović, David Vidak, Jakov Mišković e Leo Narančić. Alla “Gelsi” i regali di consolazione andranno a Nicole Šibenik, Malvina Jelenić. Alessia Corelli e Franca Zekan, mentre la “San Nicolò” consegnerà i premi a Mauro Ljubičić, Luka Sabbadini, Vito Brkljačić e Katya Velenik. L’organizzazione del Concorso è dovuta all’ANVGD di Verona, in collaborazione con la Comunità degli Italiani di Fiume, l’Unione Italiana e l’Università Popolare di Trieste.

I giovani e i mass media

Il progetto è nato in memoria del suo fondatore Ettore Stefani. L’iniziativa, rivolta agli alunni delle SEI fiumane, fa parte di un progetto di educazione ai media e sviluppo della persona umana e si prefigge di approfondire la conoscenza della lingua italiana, iniziare la formazione di una mentalità critica nei confronti dei media, attraverso l’analisi e la discussione dei film. Il Concorso ha dunque il duplice fine di rafforzare la conoscenza della lingua italiana tra i giovanissimi e introdurli nel mondo dei mass media con una formazione critica nei confronti dell’arte cinematografica. I ragazzi, dopo avere visionato alcune pellicole, hanno realizzato disegni e testi in lingua italiana, che nel mese di aprile sono pervenuti all’organizzatore. La giuria del Premio “Critico in erba”, composta da insegnanti e soci dell’ANVGD di Verona, ha evidenziato che tutti i lavori presentati avrebbero meritato un riconoscimento per l’impegno profuso da alunni e insegnanti. Ha rilevato, inoltre, la qualità e l’originalità degli scritti in genere, elogiando anche i disegni, vivaci e originali, grazie anche alla competenza e alla dedizione degli insegnanti.

Il messaggio del presidente Bugli

Non avendo potuto organizzare una premiazione dal vivo, come gli anni passati, il presidente Emanuele Bugli si è rivolto ai partecipanti con un messaggio. “Carissimi tutti – ha scritto – è un’emozione guardare i vostri disegni e leggere i vostri scritti, così fantasiosi e allegri. L’impegno che mettete è una gioia, si legge la voglia di mantenere viva la lingua e la cultura italiana, che sempre ha bisogno di nuovi e giovani entusiasti che la tramandino nel tempo. Ancora complimenti ai vincitori, ma anche a tutti voi che avete partecipato numerosi. Speriamo di vederci l’anno prossimo, per poter consegnare i premi uno ad uno”.

Facebook Commenti