CI di Zagabria, cucina e amicizia

Corso enogastronomico organizzato dalla Comunità degli Italiani della capitale, che ha visto nel ruolo di mentori la chef Ivana Perić Rabhi e la sommelier Marija Vukelić

Pollice su per il personaggio televisivo Karmen Vukov Colić

La gastronomia è un complesso meccanismo volto a stimolare la creatività esaltando il gusto delle pietanze. In altre parole si tratta dell’abilità di trasformare gli alimenti in piatti non solo gustosi e attraenti per il palato, ma pure belli dal punto di vista estetico. Un’arte nella quale gli italiani, custodi di un patrimonio alimentare immenso, spesso non hanno rivali.
Al fine di aiutare i connazionali di Zagabria a raffinare le loro doti culinarie e le loro nozioni enologiche, la Comunità degli Italiani della capitale croata ha organizzato la scorsa settimana un corso di cucina con tanto di degustazione di vini italiani. L’opportunità è stata colta al balzo da 25 soci e amici sodalizio presieduto da Daniela Dapas, inclusa la nota conduttrice televisiva Karmela Vukov Colić, che accompagna spesso i connazionali zagabresi nelle loro gite.

Cibi e vini italiani

I soci della CI di Zagabria intenti a preparare le pietanze

“Per noi è stata un’occasione per trascorrere un pomeriggio assieme e in grande allegria”, ha rilevato Daniela Dapas. “Il corso – ha proseguito – lo abbiamo promosso in collaborazione con la società Enzita. Ci siamo divertiti un mondo, anche perché la nostra mentore ai fornelli, la cuoca Ivana Perić Rabhi, non ha tenuto il corso in modo convenzionale, bensì adottando la formula del team building”. Il menu prevedeva antipasti a base di formaggio e prosciutto, seguiti da un purè di melanzane servito assieme alle focacce. Come piatto principale è stata preparata una costata di agnello con contorno di purè di patate dolci e broccoli. Per dessert è stato servito il tiramisù.
“Siamo orgogliosi del risultato ottenuto. Non solo non abbiamo bruciato nulla, ma era tutto squisito”, ha scherzato Daniela Dapas. Il pasto è stato accompagnato da una selezione di ottimi vini italiani tra i quali il Sangiovese – Terre di Chieti e il Moscato d’Asti. A proporli ai partecipanti del corso è stata la celebre sommelier zagabrese Jelena Šimić Valentin, che ha illustrato i segreti per servire il vino esaltandone le virtù.

Dalla Dalmazia a Torino

I partecipanti alla serata enogastronomica

“Non vediamo l’ora di ripetere l’esperienza”, ha dichiarato Daniela Dapas, ricordando che prossimamente i soci della CI di Zagabria avranno l’opportunità di partecipare a una degustazione di vini proposti da un’altra nota sommelier, Marija Vukelić. “Siamo fieri del riscontro ottenuto dalle attività che ci sforziamo di organizzare e promuovere in seno al nostro sodalizio. Oltre che un’occasione per riunirci, questi eventi sono anche un modo per convincere ulteriori persone a unirsi al nostro gruppo. Proprio di recente sono stata contattata dal direttore dell’Opera del Teatro nazionale croato di Zagabria, Marcello Mottadelli, che dopo esser venuto a conoscenza delle nostre iniziative attraverso le reti sociali, mi ha annunciato l’intenzione di partecipare, assieme alla consorte, agli incontri del nostro sodalizio”, ha detto Daniela Dapas. Oltre che cucinare i connazionali zagabresi amano anche viaggiare. A breve una comitiva si recherà in Dalmazia, con tappe a Zara, Sebenico e al Parco nazionale della Krka. A Zara è prevista anche una visita alla CI. In ottobre, invece, gli attivisti del sodalizio di Zagabria hanno in programma di visitare Torino.

Facebook Commenti