Campioni per sempre. L’album dei ricordi dello sport CNI

Presentato il volume di Sergio Delton che ripercorre i 25 anni di Premiazione dei migliori sportivi dell’Unione Italiana

Sergio Delton durante la presentazione del libro “Campioni per sempre”

L’Unione Italiana ha fatto un doveroso omaggio agli sportivi della CNI che hanno tenuto alto il suo nome. Lo ha fatto con un libro intitolato “Campioni per sempre” nel quale s’illustrano i 25 anni di premiazione dei migliori sportivi dell’Unione Italiana. Il volume, o come ha voluto chiamarlo il suo autore Sergio Delton, l’albo, è stato presentato nella sala spettacoli della Comunità degli Italiani di Pola. Una cerimonia sobria, che a causa delle misure antiepidemiche non ha potuto ospitare tutti coloro che avrebbero meritato di essere presenti. Ma comunque in sala non sono mancati alcuni sportivi presenti nell’albo d’oro dei vincitori, né altre personalità, e qui stiamo parlando degli insegnanti d’educazione fisica, che hanno permesso loro di sfoggiare il proprio talento. E la presentazione di sabato a più riprese ha voluto omaggiare i numerosi maestri di ginnastica, così li chiama Sergio Delton, alcuni dei quali purtroppo non sono più tra noi.

 

Si diceva una cerimonia sobria. Non sono mancati comunque i saluti ufficiali, quello di Marin Corva, presidente della Giunta esecutiva dell’UI, editore del volume, di Jessica Acquavita, vicepresidente della Regione istriana in quota CNI e di Maurizio Tremul, presidente dell’Unione Italiana. Saluti e congratulazioni anche da coloro che non sono potuti intervenire per svariati motivi.

Marin Corva

“È un onore per me introdurre quest’importante appuntamento e desidero ringraziare di cuore Sergio Delton, figura storica dello sport della CNI e di tutta la nostra Comunità Nazionale. Grazie a tutti voi sportivi ai quali è dedicato questo volume e un applauso va anche ai docenti. Un ringraziamento va pure all’Università Popolare di Trieste e al CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) che hanno supportato i nostri sportivi”, ha detto Marin Corva, mentre Jessica Acquavita gli ha fatto eco sottolineando “la quantità dei connazionali nel mondo dello sport. Ciò ci fa sentire orgogliosi. La CNI, come si vede, non si distingue soltanto nell’ambito culturale, ma anche in quello sportivo con gli atleti che non hanno rappresentato soltanto le Regioni dalle quali provengono, ma pure gli Stati. Complimenti a tutti e in particolare a Sergio Delton che ha curato questo volume”. Parole di ringraziamento a Delton sono state espresse pure da Maurizio Tremul. “A Sergio Delton va la nostra riconoscenza per quanto fatto. Lo sport vuol dire fatica, anche dolore, vuol dire rinunce, ma d’altro canto regala felicità quando si riesce a superare i propri limiti. A voi tutti va il mio ringraziamento perché avete fatto grande lo sport della CNI. Grazie anche alle famiglie che vi supportano e anche ai vostri insegnanti che evidentemente hanno lavorato bene”.

Jessica Acquavita

La presentazione è stata aperta da un video curato da TV Capodistria che ha ripercorso le premiazioni dei migliori sportivi dell’UI a partire dalla prima edizione tenutasi nel 1993 fino a quella del 2017. Un amarcord con molti sportivi, insegnanti, campioni dello sport venuti dall’Italia per omaggiare i nostri ragazzi, vertici dell’Unione. Tanti sportivi si sono ripetuti anche negli anni a seguire ricevendo premi su premi. A proposito di riconoscimenti, al primo posto con ben 11 titoli di Sportivo dell’anno, la medaglia d’oro olimpica nel tiro a volo, Giovanni Cernogoraz. Al secondo la velista Vesna Dekleva Paoli, con 7 e poi tutti gli altri.

Il pubblico in sala

Sergio Delton ha detto di avere lavorato quattro anni per raccogliere tutti i materiali del volume nel quale sono indicate le biografie e i successi di tutti gli sportivi dell’anno fino al 2017 corredato da belle fotografie (scattate per la maggior parte da Danilo Dragosavac) e da una rassegna stampa con gli articoli del nostro quotidiano.

”Abbiamo complessivamente 653 nomi che figurano in questo volume – ha esordito Sergio Delton –. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato affinché questo libro venga dato alle stampe. Abbiamo dato campioni nazionali, mondiali e olimpici. Questo è per me un album dei ricordi. Ricordi molto belli che hanno un ruolo molto importante nell’attività della CNI. Mi sembrava fosse giusto documentare tutto ciò. E da qui è anche nato il titolo ‘Campioni per sempre’”.

La copertina del volume

Delton ha poi fatto uno spaccato della storia dello sport della CNI. “Abbiamo iniziato con le gare di atletica leggera delle elementari nel 1971 alle quali avevavno partecipato le scuole Dolac, Mario Gennari e Gelsi di Fiume, e quelle di Rovigno, Dignano e Pola. Poi sono nate le gare delle Scuole medie in varie discipline e quelle delle Comunità degli Italiani. Abbiamo poi promosso le gare delle Comunità Nazionali in Croazia, ma ci siamo fermati a due edizioni. Per quel che riguarda le premiazioni abbiamo iniziato con gli atleti, ma poi abbiamo deciso di premiare anche gli operatori sportivi, ovvero gli insegnanti che hanno fatto grande lo sport della CNI e che con molta cura, attenzione e volontà hanno permesso agli atleti di emergere dando tutto il loro amore”, ha aggiunto Delton guardando anche agli impegni futuri.

“In primis dobbiamo celebrare i 50 anni delle gare di atletica leggera per gli alunni delle Scuole elementari. Permettetemi infine di citare tre persone per il straordinario supporto che mi hanno dato in tutti questi anni: Maurizio Tremul, il compianto Emilio Felluga e Alessandro Rossit”.

Maurizio Tremul

A ringraziare Sergio Delton per quanto fatto nello sport scolastico è stata Viviana Bašković Perić, insegnante di educazione fisica nelle scuole Gelsi e Belvedere di Fiume, sia a nome proprio che di tutti gli insegnanti. “Ci ha fatto capire come lavorare bene con i ragazzi”, ha detto.

Il libro “Campioni per sempre” è stato stampato in 1.250 copie. Come rilevato da Sergio Delton prossimamente sarà distribuito alle scuole della CNI e alle Comunità degli Italiani.

Dedica con firma a fine presentazione

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.