«Atmosfera cittanovese». Pensieri e sentimenti

La Comunità degli Italiani di Cittanova ospita fino alla fine del mese la mostra del fotografo connazionale Maurizio Barbo, nelle cui opere si notano elementi di puntinismo, impressionismo e della pittura astratta

0
«Atmosfera cittanovese». Pensieri e sentimenti

È stata inaugurata presso la Comunità degli Italiani di Cittanova la mostra fotografica “Atmosfera cittanovese”, firmata dal connazionale Maurizio Barbo e visitabile fino alla fine del mese. Organizzata dalla curatrice della stessa, Miranda Legović, a presentare la mostra è stato l’autore affiancato nelle letture da Cristina Fattori, membro della dirigenza della CI. In questo periodo turbolento, pieno di incertezze, in un momento di paura per l’esistenza, la mostra di Maurizio Barbo funge da terapia.

Maurizio Barbo, l’autore dell’esposizione

L’emotività riflessa negli scatti

“Le opere d’arte sono sempre un riflesso dell’autore, del suo carattere, dei suoi pensieri, sentimenti o riflessioni su temi ed eventi dell’ambiente in cui vive”, ha rilevato la curatrice Legović, spiegando come mentre la maggior parte dei fotografi corre in giro per il mondo alla ricerca di motivi nuovi e stimolanti, Barbo rivela una personalità diversa, immergendosi contemplativamente nei motivi che lo circondano. “Attraverso il suo rapporto con la natura, l’atmosfera colorata e le ambientazioni riversate nell’atmosfera, si intravede quindi una persona introversa, la cui emotività si riflette nelle vibrazioni dorate del mare. Le atmosfere leggere, frutto dell’esplorazione visiva, coinvolgono tutti i nostri sensi. Se teniamo lo sguardo sui paesaggi, guardando le raffigurazioni astratte del mare, sentiremo sulla pelle il calore del sole, mentre guardando la casa di pietra vicino alla calma superficie dell’acqua, abbiamo l’impressione di sentire i grilli cantare. Nell’epoca odierna delle tendenze postmoderne, la fotografia approfondisce il regno del light design pittorico. Pertanto, in queste opere riconosciamo gli elementi del puntinismo, dell’impressionismo e della pittura astratta. Risucchiati in un mondo pieno di eventi negativi, di messaggi negativi, di atteggiamenti negativi, anche noi notiamo le facciate slavate delle case, i rattoppi delle strade o l’immondizia nelle spiagge. Tutto ciò non è strano, sappiamo che ci sono tante persone che guardano il mondo circostante ma sono poche quelle che lo vedono veramente. Per quanto riguarda l’autore di questa mostra, aggiungo che anche il modo in cui vede i motivi quotidiani è importante”, ha concluso la curatrice, sottolineando la critica con le parole del famoso fotografo David Bailey: “Ci vuole un sacco d’immaginazione per essere un buon fotografo. Ci vuole meno immaginazione ad essere un pittore, perché le cose le puoi inventare, invece con la fotografia è tutto molto ordinario e devi osservare tanto prima di imparare a vedere lo straordinario”.

Il pubblico durante l’inaugurazione della mostra

Sfera spirituale e artistica

Nelle opere, l’atmosfera, i riflessi, le forme architettoniche, attraverso i motivi senza tempo della combinazione di mare e pietra, sconfinano nella sfera spirituale e artistica. Le vedute di Cittanova, le relazioni reciproche di elementi architettonici, angoli e colori talvolta intensi, quasi sorprendenti, sono in piacevole armonia con i motivi della natura, che trasudano calma e serenità. L’immaginazione giocosa e la curiosità di ricerca dell’autore creano composizioni a più livelli, motivi di vedute marine, che danno ritmo. Anche nel motivo caotico, Maurizio trova il giusto ritmo, che rende la foto armoniosa e le conferisce un fascino particolare.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display