Al MMSU inaugurata la prima retrospettiva dedicata a Vlado Martek

FIUME | Inaugurata nel Museo d’Arte moderna e contemporanea (MMSU) la “Mostra con più titoli”, la prima retrospettiva dedicata a Vlado Martek (1951). Il percorso espositivo propone una vasta gamma di media, approcci e temi che hanno in comune un trattamento sperimentale del linguaggio. La mostra si concentra, infatti, sulla doppia posizione di Martek quale artista visivo e poeta ossessionato dall’analisi del linguaggio e dal ruolo dell’arte.

L’esposizione, che rimane in visione fino all’8 settembre, illustra gli inizi della creatività di Vlado Martek negli anni Settanta, i suoi primi passi sulla scena artistica dopo lo studio di letteratura e filosofia e la sua attività nel Gruppo di sei autori, dal momento che questi rimangono caratteristici per l’intero opus di Martek. Sono in mostra circa trecento lavori di vari generi attraverso i quali si può seguire il rapporto dell’artista con il libro e la parola scritta. L’evento espositivo – che fa parte del programma che anticipa il progetto Fiume 2020 Capitale europea della Cultura – è stato inaugurato dal sindaco Vojko Obersnel alla presenza dell’artista, nonché di Blaž Peršin della Mesna galerija di Lubiana, in collaborazione con la quale è stata allestita la mostra, di Lillian Stošić del ministero della Cultura, e delle curatrici Ksenija Orelj (MMSU) e Alenka Gregurić della Mestna galerija.

Facebook Commenti