Addio a Đorđe Balašević, il poeta dei Balcani

Foto: Davor Javorovic/PIXSELL
Il cantautore serbo Đorđe Balašević ha perso la battaglia della sua vita all’età di 68 anni dopo aver combattuto contro una polmonite causa dal Covid, riferiscono i media serbi.  L’artista di Novi Sad aveva molti fan anche in Croazia e riempiva regolarmente le più grandi arene, come  quella di Zagabria e quell’antica di Pola. Balašević era nato il 13 maggio 1953 a Novi Sad. Il suo cognome era Balašev fino alla guerra nel 1941, quando suo nonno lo cambiò in Balašević. Ha lasciato il liceo in terza classe, quindi ha sostenuto gli esami in modo straordinario, eventi che del resto descrive in una delle sue canzoni più famose. Autentica poesia in musica. Si iscrisse a geografia, perché, per sua stessa ammissione, non c’era matematica agli esami d’ammissione.
La sua principale ambizione al liceo era diventare un giocatore di  calcio. Artista poliedrico, oltre alla musica Balašević si è disimpegnato con altrettanto successo nella scrittura e in alcuni cammeo in serie tv ed è stato a lungo commentatore del quotidiano Večernji list di Zagabria. Con lui se ne va il poeta delle note che oltre ai cenni biografici nei suoi pezzi ha cantato pregi e difetti delle genti dei Balcani.

Facebook Commenti