Verteneglio, Veralda: con la tecnica Pét-Nat il teran diventa frizzante

Una veduta sui vigneti e sulla Cantina Veralda

La cantina enologica istriana Veralda, nota per il suo approccio originale e stimolante verso i vitigni autoctoni, sulla terrazza della Tavernsa Morgan a Verteneglio ha presentato la sua ultima creazione: il Veralda Pét-Nat di teran. La particolarità di questa variazione del vino rosso d’Istria più famoso è che si presenta frizzante, ma in modo naturale. A differenza degli champagne e dei classici spumanti, che si trasformano quando il vino di base subisce una seconda fermentazione indotta artificialmente in bottiglia. Pét-Nat è la fusione delle due parole francesi Petillant e Naturelle e serve ad indicare gli spumanti e i frizzanti naturali. Il termine indica le cosìddette bollicine “ancestrali”, cioè quei vini che vengono rifermentati in bottiglia utilizzando lieviti naturalmente presenti nel mosto. Il Pét-Nat della cantina Veralda è un vino estremamente vivace che sicuramente attirerà molti avventurieri di vino, ed è prodotto in quantità limitata, soltanto 1.500 bottiglie. È moderno, di color rosa scuro e ha il 10,5% di alcol. Dovevamo aspettare e monitorare la situazione – dice Luciano Visintin, proprietario della cantina Veralda – gli zuccheri non avrebbero dovuto andare oltre i 30 grammi, né scendere sotto i 24 grammi. Un margine molto esiguo”.

Facebook Commenti