Rimandate le Giornate delle porte aperte degli agriturismi

L’emergenza sanitaria fa saltare il tradizionale appuntamento autunnale

Rimandato a tempi migliori anche il tradizionale appuntamento autunnale con la cucina istriana. Visto l’aggravarsi della situazione epidemiologica e considerando le indicazioni del Comando regionale della Protezione civile, l’Agenzia per lo sviluppo rurale dell’Istria (AZRRI), ha deciso infatti di rinviare alla prossima primavera l’ormai tradizionale appuntamento con le Giornate delle porte aperte degli agriturismi (DOVAI), che quest’anno doveva giungere alla sua undicesima edizione.
Ricorderemo che l’evento doveva svolgersi nei fine settimana di novembre, con l’intento di promuovere le specialità della cucina tradizionale istriana – offerte a prezzi promozionali – e contribuire al consolidamento degli effetti turistici.

L’iniziativa intende pure promuovere particolarmente l’Istria interna, le famiglie e le aziende a conduzione familiare impegnate nell’agriturismo, i valori autentici dell’Istria rurale, il patrimonio naturale e storico-culturale, l’architettura e le attività artigianali tradizionali del mondo rurale.
L’evento doveva essere organizzato con il patrocinio dell’assessorato regionale al Turismo e di quello all’Agricoltura, in collaborazione con l’Agenzia regionale per lo sviluppo turistico (IRTA), l’Ente turistico regionale e la Camera d’Economia di Pola.

Facebook Commenti