Pinguente, prima edizione della sagra del tartufo nero

Stando ai registri ufficiali della Camera di commercio croata nel Paese si tengono più di 300 sagre all’anno. A tal proposito l’Istria prevale con una quarantina di feste dedicate a questo o quel prodotto autoctono. Nonostante Internet abbia permesso e garantito una disponibilità universale di informazioni, prodotti e servizi provenienti da tutto il mondo, la presenza in loco, alla sagra o alla fiera permette il contatto diretto e l’organizzazione di collaborazoni commerciali.
Si tratta di uno strumento per entrare nel mercato, ampliare il giro d’affari, valutare la concorrenza e presentare il prodotto.
A Pinguente sono stati avviati i preparativi per la Prima sagra del tartufo nero in calendario il 27 e 28 giugno presso il ristorante pinguentino Stara oštarija (Antica osteria). Il tuber aestivum è uno dei tartufi più comuni; a parte una breve pausa primaverile, si può trovare tutto l’anno anche in notevoli quantità, sotto querce, noccioli, pioppi, faggi e pini. Il profumo è leggero, un po’ terroso, fungino, aromatico e gradevole. Data la sua abbondanza non raggiunge mai prezzi del più pregiato Tuber melanosporum. Altrimenti detto scorzone, gli esemplari più grandi possono raggiungere la dimensione di una mela.

Facebook Commenti