Museo dell’olio. In ottobre visite a prezzi scontati

Uno degli attrezzi esposti nel Museo

Con i primi freddi e le raffiche di bora la stagione turistica ha chiuso i battenti e ora la carta vincente passa in mano ai residenti, che oltre a riappropriarsi della loro città, riacquistano un ruolo di primo piano da visitatori principali delle proprie istituzioni. Ad affiggere il cartello del benvenuto è il Museo dell’olio, che all’inizio della scorsa estate ha messo su casa al civico 30 di via dell’Istria (al posto dell’ex Centro multimediale Luka), a una cinquantina di metri dall’anfiteatro di Pola. Tirando le somme di una stagione turistica più che proficua, l’ente museale regala ai suoi ospiti polesi ingressi, degustazioni e visite guidate a prezzi promozionali. Durante tutto il mese di ottobre, il biglietto d’entrata costerà 25 kune, mentre per i bimbi fino ai 16 anni l’ingresso sarà gratuito. Soltanto la visita guidata da… cicerone, comprensiva della degustazione dell’oli, andrà pagata 65 kune. Raccontando la storia dell’olivicoltura istriana dagli albori dell’impero romano a oggi, il Museo ha anche celebrato di recente la Giornata mondiale del turismo e collocato in primo piano la filosofia quanto mai importante dello sviluppo turistico sostenibile, della promozione del patrimonio e della produzione dei valori locali.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.