Festa di Sant’Antonio sulle frequenze radio

Villa di Rovigno. 30ª edizione della Rassegna del vino e dell’olio

Ha avuto luogo la 30.esima edizione dell’”Antonja”, la Festa di Sant’Antonio, quest’anno in forma diversa dal solito a causa della pandemia. È stata accessibile al vasto pubblico grazie alla trasmissione sull’emittente Rovinj FM, andata in onda domenica e che sarà replicata stamani alle 8.15. La manifestazione è una Rassegna del vino e dell’olio d’oliva, i prodotti principali del territorio. Per celebrare l’anniversario rotondo della Rassegna è stata pubblicata una brochure in collaborazione con l’Agrorovinj e il Comitato locale di Villa di Rovigno. Quest’anno alla Rassegna sono pervenuti 39 campioni d’olio d’oliva, di cui 31 sono stati classificati extravergine. Undici oli sono stati premiati con la medaglia d’oro, mentre 12 hanno ottenuto l’argento e 5 il bronzo. Medaglia d’onore, infine, per 3 oli. Gli oli migliori sono risultati essere due varietà di Aleksandar Rajić, quello dell’azienda agricola a conduzione familiare di Juraj Mastilović, mentre il campione assoluto è risultato essere l’olio di Dalibor Milić. Veniamo ai vini. I campioni pervenuti sono stati 23, di cui 9 hanno ottenuto la medaglia d’oro e 8 quella d’argento. Nella categoria dei vini bianchi e rossi prodotti con tecnologie moderne ha vinto l’azienda agricola Vivoda con la Malvasia e il Merlot. Guardando alla lavorazione tradizionale, tra i vini bianchi si è imposta la Malvasia di Elvis Prenc, tra i rossi il Merlot di Massimo Mofardin. Kristijan Damijanić, dell’Agrorovinj, si è complimentato con tutti i partecipanti alla Rassegna, ringraziando per il lavoro e l’impegno. Per il 30.esimo della manifestazione sono stati consegnati riconoscimenti per la collaborazione pluriennale e il contributo nello sviluppo dell’olivicoltura e della viticoltura all’enologo Mario Staver, professore al Politecnico di Fiume, ad Antonietta Brunelli Šuran, a Darko Trojanović e all’Istituto per l’agricoltura e il turismo di Parenzo.

 

Ringraziamenti particolari sono andati alla Città e all’Ente turistico di Rovigno, alla Regione istriana e agli sponsor. I risultati delle analisi sono disponibili sul sito www.agrorovinj.hr. Causa l’emergenza sanitaria, quest’anno è invece stato cancellato il “Festival della sopa”, che abitualmente accompagna la manifestazione.

Facebook Commenti