Il mondo dei burattini accoglie tutte le età

Ha preso il via a Fiume la Rassegna dei teatri di animazione. Ospiterà 11 istituzioni teatrali provenienti da Finlandia, Germania, Slovenia, Bosnia ed Erzegovina, Serbia e Croazia

A introdurre l’evento sono stati, tra gli altri, Vojko Obersnel, Magdalena Lupi Alvir e Ivan Šarar. Foto: Goran Žiković

Con l’apertura della mostra “90 anni dell’UNIMA” alla Casa croata di cultura di Sušak (HKD) è stata inaugurata ufficialmente la 24.esima edizione della Rassegna dei teatri di animazione di Fiume.
Tra le numerose autorità presenti all’evento, pure il sindaco di Fiume, Vojko Obersnel, affiancato da Magdalena Lupi Alvir e Vedrana Balen Spinčić, rispettivamente direttrice e collaboratrice del Teatro dei burattini di Fiume, Srećko Šestan, il fondatore della Rassegna e attuale svrintendente del TNC di Spalato, Ivan Šarar, capodipartimento alla Cultura della Città di Fiume e Irena Kregar Šegota, direttrice del Settore per lo sviluppo e la partnership di Fiume 2020, nonché Livia Kroflin, docente del Dipartimento per l’arte teatrale all’Accademia artistica di Osijek, e Antonija Bogner Šaban, professoressa all’Accademia artistica di Osijek nonché autrice della mostra, che ne ha illustrato le caratteristiche e i contenuti. Il sindaco ha rilevato che la 24.esima edizione della Rassegna dei Teatri dei burattini è segno di un successo eccezionale, che proprio il prossimo anno, nell’ambito del CEC 2020, festeggerà un quarto di secolo di vita. Ha sottolineato pure il ruolo di primaria imporrtanza del Teatro dei burattini di Fiume nell’ambito di Fiume CEC, ricordando pure la nuova Casa per l’Infanzia. Il nuovo spazio, unico del genere in Croazia, che sarà pure coinvolto con 600 programmi.
Magdalena Lupi Alvir ha evidenziato le varie poetiche e correnti contemporanee, come pure i temi attuali e provocatori he vengono proposti alla Rassegna, che si concluderà con il premio del pubblico e altri riconoscimenti.

Un angolo della mostra dedicata ai 90 anni dell’UNIMA. Foto: Goran Žiković

90 anni dell’UNIMA
L’International Puppet Association UNIMA (Union Internationale de la Marionnette) è stata fondata nel maggio del 1929 a Praga, in occasione della quinta riunione dei burattinai cechi, alla quale parteciparono pure burattinai provenienti da Bulgaria, Francia, Jugoslavia, Germania, Austria, Romania e Unione Sovietica. In breve tempo, l’UNIMA si espanse fino a diventare un’organizzazione di carattere internazionale. La mostra vuole ripercorrere i momenti più importanti nella sua storia in relazione al teatro delle marionette in Croazia, ai congressi internazionali e a tutti gli eventi in cui sono stati coinvolti i burattinai croati, anche in veste di organizzatori.
La Croazia si unì all’UNIMA già nel 1933, in occasione del suo quarto Congresso, mentre nel marzo 1992, in quanto stato indipendente ha aderito all’associazione partecipando attivamente al XVI Congresso dell’UNIMA a Lubiana. Il momento più significativo dell’UNIMA croato ha coinciso con l’organizzazione del 19.esimo Congresso Mondiale tenutosi per la prima volta in Croazia nel 2004 a Fiume.
Il centro croato dell’UNIMA è molto attivo ed è coinvolto in azioni congiunte sia a livello di esecutivo, nel Consiglio internazionale che in diverse commissioni di lavoro.
All’apertura della mostra ha fatto seguito lo spettacolo inaugurale, “Terre invisibili”, con il finlandese Turku Theater Livsmedlet/Ishmael Falke. Il programma di quest’oggi prevede la recita “Dal bene nasce il bene” con il “Teatro di Oz” di Draga di Moschiena (ore 9.30 e 11) nella sede del Teatro dei burattini di Fiume, mentre in serata (ore 19), all’HKD “Il piccolo procione”, con il Teatro dei burattini di Spalato.

Facebook Commenti