Una rosa, regalo d’amore

Le donazioni del mese verranno distribuite agli assegnatari la Vigilia di Natale

La sede della Casa Ruža Petrović

Tempi difficili e senza precedenti, quelli che stiamo vivendo alle porte dell’inverno e con sviluppi di una crisi epidemico-sanitaria che accende l’inquietudine. Come vivono questa contingenza le persone che trascorrono la propria esistenza in una comunità sociale, entro una dimensione differente dal resto? È il caso di coloro che abitano alla Casa Ruža Petrović. Per loro si apre una storia di solidarietà e sensibilità, che vede protagonisti cittadini sensibili nei confronti di realtà fragili, pronti ad avviare una raccolta di aiuti umanitari destinati a quest’istituzione assistenziale e di protezione sociale maggiormente bisognosa.

 

Un mese di generosità
Il Ruža Petrović è una struttura residenziale e formativa che ospita orfani, ma fornisce soprattutto una risposta ai bisogni individuali dei minori e giovani adulti, che si trovano in situazioni di disagio sociale e privi di un ambiente familiare adeguato dove crescere. “Una rosa, regalo d’amore” (Ruža koja ljubav pruža) è la denominazione dell’iniziativa in atto fino al prossimo 23 dicembre con la quale si cercherà di elevare la qualità del soggiorno all’istituto e rendere più serena l’esistenza dei suoi assistiti. La raccolta appena avviata riguarda articoli igienici (shampoo, gel doccia, dentifricio, spazzolini, rasoi, creme idratanti, deodoranti, assorbenti, detersivi ecc.), accessori e materiale per la scuola (quaderni, matite colorate, pennarelli, penne, astucci), giocattoli (video giochi per ps4 e Xbox, joystick, giochi da tavolo, palline per tennis da tavolo, palloni di calcio, attrezzature per giochi all’aperto), buoni regalo per l’acquisto di indumenti e cosmetici al fine di permettere ai ragazzi un po’ di libertà di scelta secondo i propri gusti. Considerata la situazione imposta dalla crisi in corso, una necessità impellente per l’Istituto è rappresentata dalla condizione di dover seguire il programma didattico delle scuole on line e per tanto risulta urgente l’acquisto di computer e laptop. La coordinatrice dell’azione umanitaria, Saša Dakić, specifica che il denaro che si riuscirà a raccogliere verrà devoluto proprio a questo scopo.

Pensare a chi è solo
Ha voluto avviare quest’opera di beneficenza, perché in questi momenti di particolare difficoltà sociale, il pensiero va rivolto anche a categorie più inermi, come i bimbi cui mancano l’affetto dei genitori e le attenzioni derivanti dall’ambiente familiare. Il “Ruža Petrović” si prende cura di 37 ragazzini e giovani dall’età che va dai 7 ai 21 anni e cerca di offrire loro una dimensione familiare nelle relazioni educative e dell’ambiente. È una dimensione “alternativa” che non si può sostituire alla famiglia d’origine, ma cerca di dare uno spazio fisico, psicologico, emotivo accogliente con connotazioni di tipo familiare. Le figure adulte di riferimento (educatori, assistenti sociali e psicologo) si pongono l’obiettivo di trasmettere un modello educativo stabile, in cui le relazioni affettive siano serene, tutelanti e rassicuranti e si costruiscano attraverso la condivisione della quotidianità e l’interiorizzazione delle norme. In questa comunità d’accoglienza si cercano di mettere in atto, per ciascun minore accolto, interventi socio-psico-educativi, che presuppongono il contributo congiunto di psicologo, educatore e assistente sociale, tutte figure presenti in organico nella comunità di Pola.
La lista del cuore
L’iniziativa umanitaria è già riuscita a creare molto coinvolgimento: il fast food “Piantina” sta confezionando un rifornimento di hamburger e di patatine fritte per tutti, a cui il Caffè bar “S” di Veruda vi aggiungerà le bevande. Assicurati anche contributi da parte della Galleria Cvajner, mentre il Club di Boxe “Arena” regalerà allenamenti gratuiti senza limite di durata. Il Club non è nuovo a queste donazioni ed è orgoglioso di segnalare che il miglior pugile attualmente ingaggiato è stato reclutato proprio dalla comunità di accoglienza del Ruža Petrović.

Contributi in denaro si possono versare direttamente sul conto dell’Istituto Ruža Petrović, presso la HPB (Banca postale di Croazia numero IBAN: HR8523900011100016656, con specifica “Akcija ‘Ruža koja ljubav pruža’” mentre i regali per i bimbi vengono raccolti al “Piantina”, in via Zara 1 oppure contattando la coordinatrice Saša Dakić al 092/328-0534. Tutti i contributi ottenuti verranno consegnati come strenne, alla Viglia di Natale, il 24 dicembre. Purtroppo, causa la contingenza epidemica non sarà possibile accettare indumenti, calzature e giocattoli usati.

Facebook Commenti