Una nuova rotatoria all’entrata di Valdibecco

L’isola spartitraffico sorgerà all’incrocio tra le vie Promontore e Kavrer. Prevista pure la realizzazione di un sistema di smaltimento delle acque meteoriche

Una veduta dall’alto dell’incrocio tra le vie Valdibecco (a sinistra), Promontore (al centro) e Kavrer (a destra)

Un’altra rotatoria è in arrivo sulle strade di Pola per snellire la circolazione e renderla più sicura. Ad annunciare l’inizio dei lavori per la nuova isola spartitraffico sono stati il vicesindaco, Robert Cvek, e la responsabile del dipartimento alla Pianificazione del territorio della Città di Pola, Ingrid Bulian, che proprio ieri hanno anche ufficializzato l’inizio del lavori. La nuova rotonda andrà a sostituire il vecchio e pericoloso incrocio tra via Promontore, via Valdibecco e via Kavrer. Il progetto è stato presentato alla stampa dalla capodipartimento, Ingrid Bulian, la quale ha dichiarato che il costo dell’opera ammonta a 10,2 milioni di kune. La cifra comprende non soltanto la costruzione dell’isola spartitraffico, ma anche la ricostruzione di una cinquantina di metri di via Promontore e di via Valdibecco. È prevista inoltre la realizzazione di un moderno sistema di smaltimento delle acque meteoriche e l’installazione di nuovi pali per l’illuminazione pubblica dotati di corpo illuminante a LED di ultima generazione. La responsabile del dipartimento alla Pianificazione del territorio della Città di Pola ha successivamente spiegato che la rotatoria all’incrocio delle tre vie e la parziale ricostruzione di via Promontore e via Valdibecco sono soltanto i primi di una lunga serie di interventi che andranno in futuro a migliorare la circolazione e la sicurezza stradale di questa zona periferica, ma molto trafficata, del Polese.

 

Cinque mesi di lavori
Ingrid Bulian ha rilevato pure che la realizzazione del progetto è stata affidata all’impresa “Cesta” di Pola, impegnatasi a portare a termine l’opera entro i prossimi 150 giorni. Il progetto è stato commentato ieri anche dall’ingegnere responsabile del cantiere, Ivan Fabris, che ha colto l’occasione per precisare che i lavori veri e proprio inizieranno soltanto tra una settimana, esattamente il 17 novembre. “Siamo ancora in attesa del rilascio degli ultimi permessi”, ha detto il capocantiere, aggiungendo che il progetto non prevede l’abbattimento di nessuno dei numerosi alberi situati nelle immediate vicinanze del cantiere. Al momento non possiamo, però, dire con certezza che qualche pianta non sarà abbattuta. Faremo di tutto affinché questo non avvenga” ha commentato Fabris, che interrogato in merito alla chiusura della via al traffico veicolare ha risposto che eventuali percorsi alternativi sono ora al vaglio della Questura istriana. “Molto probabilmente indirizzeremo il traffico verso Castion sulla strada che collega via Promontore a via Medolino” ha concluso l’ingegnere.

Ingrid Bulian e Robert Cvek all’inaugurazione del cantiere

Un progetto voluto dai residenti
“Per il 2021 non sono previsti grandi investimenti infrastrutturali” ha, invece, dichiarato il vicesindaco, Robert Cvek, il quale ha, però, tenuto a precisare che non mancheranno di certo gli interventi minori, ma di fondamentale importanza per i cittadini. A tale proposito, Cvek ha ricordato che la rotatoria all’incrocio tra via Promontore, via Valdibecco e via Kavrer è un progetto fortemente voluto dai residenti di Valdibecco e delle altre località limitrofe, un progetto che migliorerà di certo la qualità della vita dei cittadini. Cittadini che da ormai qualche tempo hanno l’opportunità di esprimere il loro parere e suggerire ai vertici dell’amministrazione locale progetti e idee da sviluppare in Città. Cvek ha infatti ricordato che la pubblica amministrazione, ogni anno prima della stesura dei nuovi Bilanci di previsione, organizza diversi incontri con i residenti di ogni singolo quartiere di Pola che, come sottolineato, hanno l’occasione di proporre soluzioni che possano contribuire a migliorare la qualità della vita nei loro rioni.

Facebook Commenti