Un ecografo nuovo per cure più efficaci

Lo strumento è stato donato alla Ginecologia dal russo Nikolay Viktorov, cittadino onorario di Pola

Irena Hrstić, Aleksia Matejčić, Nikolay Viktorov, Dragan Belci e Boris Miletić

L’Ospedale di Pola non dispone sicuramente della tecnologia migliore in assoluto per l’impiego nel settore ostetrico-ginecologico, ma da ieri ha compiuto un ulteriore passo avanti in quanto a futuro impiego di strumentari moderni. Il merito è tutto di Nikolay Viktorov, che si fregia del decoroso titolo di cittadino onorario della Città di Pola. La strenna che ha portato con sè e consegnato ieri, in presenza del sindaco Boris Miletić, è un ecografo Samsung HS40 nuovo di zecca che, avendo sentito commentare la direttrice dell’Ospedale, Irena Hrstić e il primario Dragan Belci a capo della Ginecologia e dell’Ostetricia, affiancato dall’infermiera capo della maternità, Aleksia Matejčić, offre una vastissima gamma di strumenti diagnostici di imaging ecografica, strumenti ostetrici e ginecologici (sonda ginecologica, sonda addominale e per esaminare i tessuti connettivi) nonché software avanzati, per garantire ai pazienti e alle pazienti cure efficaci. L’imaging di qualità, in detto caso è fondamentale per gli esami ecografici perché il sistema ecografico HS40 sfrutta l’innovativo motore di imaging Samsung e i nuovi trasduttori per riproduzioni di qualità superiore. Ogni dettaglio, come il braccio del monitor completamente articolato, il pannello operativo, che può essere facilmente regolato a diverse altezze e lo spazio d’archiviazione aggiuntivo, è stato pensato per rendere il lavoro più confortevole.

Irena Hrstić tocca con mano la nuova tecnologia

“Un apparecchio prezioso come questo – ha detto Belci – riveste una grande utilità nel nostro lavoro quotidiano e lo screening che rende possibile è un punto di partenza fondamentale per procedere con diagnosi e terapie, nonché per prendere decisioni cliniche con maggiore sicurezza. I Reparti di Ginecologia e Ostetricia sono un grande punto di riferimento per tutta l’Istria e qui vi gravitano le partorienti e i pazienti di tutto il territorio. Grazie al supporto della direzione abbiamo formato un team numeroso e altamente specializzato, in grado di gestire un numero di nascite con tendenza in crescita stabilendo una media di circa 1.300-1.400 parti all’anno”. Si apprende che i Reparti già dispongono di una tecnologia del genere, ma il fatto di poter ottenere un ecografo in più del valore non indifferente di 400mila kune è una manna per il lavoro del personale medico a pieno beneficio dei pazienti. La prassi medica necessita infatti di ecografi sia nel policlinico, sia nella sala parto che negli ambulatori per le visite all’interno del Reparto. Orgoglioso il sindaco Boris Miletić, che il Consiglio cittadino abbia conferito il titolo onorario a Nikolay Viktorov, perché non è la prima volta che ha aiutato la città con donazioni di valore. Irena Hrstić ha conferito un ringraziamento in forma cartacea a un donatore che “non si fa pregare, ma si fa avanti di propria iniziativa, volenteroso di aiutare il prossimo”.

Facebook Commenti